shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Domasan – I Racconti Del Vinile Infranto

 

[the_meta]

Direttamente dalla stimata formazione dei tredici senza gloria, ecco il singolare progetto di quello che è forse l’mc più particolare della celeberrima cricca partenopea, il signor Domasan, accompagnato nella sua avventura solista dal degno compare 2phast in sede di regia per quanto riguarda i suoni.
Sui pregi del rap di Domasan è superfluo soffermarsi dato l’alto livello tecnico e l’unicità dello stile sia nella scrittura che nell’interpretazione, e se siete totalmente digiuni da ascolti del suddetto vi basti sapere che più volte è stato tirato fuori il termine spoken word (a mio parere valido per le prime ottime prove di questo artista, si veda “Per volere degli elementi”) per cercare di classificarlo, a dimostrazione di come costui sia distante da un modo canonico di approcciarsi al rap. Soffermiamoci dunque sulla singolarità del progetto, la sua letterarietà. Il disco è struttrato come un insieme di racconti, o forse come frammenti di essi,  quasi tutti al limite del logico, con collegamenti lynchiani tra le varie situazioni descritte, e una particolare attenzione all’accumularsi delle azioni. A primo impatto ci si sente smarriti ascoltando le canzoni, è molto facile perdersi tra i labirinti di parole che il buon Domasan intesse ed è difficilissimo imporre un filo logico al tutto, e probabilmente non è necessario: la visionarietà, presentissima nelle canzoni di Domasan, non va spiegata, per dirla in maniera semplice. E da questo punto di vista si spiega in maniera quasi concettuale la sovrabbondanza di inserti cinematografici da pellicole di vario tipo, soprattutto western e orientali, strumento perfetto per sottolineare l’approccio al rap di Domasan. Tuttavia non di sole parole è fatto un disco, ma anche di suoni. In questo caso non va male a nessuno, perchè il signor 2phast è decisamente bravo a creare percorsi sonori claustrofobici per il suo compare, decisamente post atomici e mai eccessivamente “gloriosi”, raggiungendo in alcuni casi delle vette altissime come nella bellisima “I lupi sono bestie ostinate”  o anche in “Indigestione in giappone” e “Volevo andare all’inferno… ma ho trovato chiuso”, creando un paesaggio unitario perfetto per i duelli a mezzogiorno e fughe impazzite dell’mc. E a questo punto si potrebbero trarre le conclusioni, che porterebbero a un giudizio positivo con un bell’otto e mezzo quasi nove come votazione. Ma Domasan è un peso massimo, a mio paere, ed è giusto sottolineare almeno un paio di punti deboli che abbassano il giudizio di almeno un paio di cifre numeriche, in relazione alle grandi aspettative che un mc del suo calibro può generare. Le collaborazioni, in primis: tutti ragazzi bravi a fare il rap, ma parecchio fuori contesto (in particolare l’altrove eccellente Callister). In secondo luogo l’abbondanza di materiale: le parole del signor Domasan sono così tante che molte si perdono, e la costruzione dei pezzi non facilita le cose, sia per l’assenza di ritornelli che per la pericolosa uniformità nell’interpretazione degli stessi, oltre che per i pochi spazi in cui viene data all’ascoltatore la possiblità di riprendere fiato (la già citata “volevo andare…” è ottima in questo). Sono comunque particolari, la qualità è altissima e Domasan andrebbe preso come esempio quasi da tutti, in Italia, supportate la musica fatta bene, in vinile per giunta!

(Sebastian Jonathan Procaccini)

TRACKLIST

01) Un nome vale l’altro (prodotta da Dj 2Phast)
02) La grotta del drago blu (prodotta da Dj 2Phast)
03) La spada che taglia le illusioni (prodotta da Dj 2Phast)
04) Miraggi sulla via della muffa (prodotta da Dj 2Phast)
05) L’ultima tentazione di Domasan (prodotta da Dj 2Phast)
06) Astronauti sotterraneai feat Joz (prodotta da Dj 2Phast)
07) Tempi strani per il rap (prodotta da Dj 2Phast)
08) É preferibile perdersi feat Callister (prodotta da Dj 2Phast)
09) Indigestione in Giappone (prodotta da Dj 2Phast)
10) Incidente atomico alla baia degli orchi (prodotta da Dj 2Phast)
11) …Continuavano a chiamarlo rap feat Ekspo e Zin (prodotta da Dj 2Phast)
12) Neuro per la vita (prodotta da Dj 2Phast)
13) C’e troppo vento (prodotta da Dj 2Phast)
14) I lupi sono bestie ostinate (prodotta da Dj 2Phast)
15) Incndio alla piantagione numero tredici (prodotta da Dj 2Phast)
16) Volevo andare all’inferno… ma ho trovato chiuso (prodotta da Dj 2Phast)
17) Gli spiriti non possono trovarmi (prodotta da Dj 2Phast)

About Stefano Zanoni

Creative Director, hip hop lover e un altro paio di errori meno rilevanti.

Sparati anche questo!

colle der fomento adversus

I Colle Der Fomento hanno fatto un grande disco senza tempo

foto di Daniele Peruzzi Suonerà pure come opinione impopolare ma non nascondo di aver provato …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>