shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

M.E.D. – Classic

 

[the_meta]

“I called this LP Classic because that’s the approach I took: create music that has the potential to be played by every generation”. Queste le prime parole di M.E.D, meglio noto come Medaphoar, nella sua intervista di presentazione. In effetti ad un primo ascolto quest’album scorre liscio nel mio impianto per tutti i suoi 45 minuti circa, la mia testa si muove sulla voce profonda dell’Mc californiano, sul flow ben studiato e consapevole. I beats creano un tappeto perfetto per le caratteristiche di M.E.D. legandosi ottimamente una dopo l’altra, tanto da rendere impossibile anche solo pensare all’utilizzo dello skip. Non ci vuole certo un genio per capire che molto della riuscita di questo lavoro lo si deve alle produzioni; infatti dieci tracce su quattordici le firma “l’onnipotente” Madlib che dà il meglio di sè in “Blaxican”, “Medical Card” e “JWK”. Già solo questo basterebbe a convincere qualsiasi persona dotata di un apparato uditivo funzionante, se ci si aggiunge la mano ed i samples di Oh No in “Where  I’m from” pezzo condito con la calda voce di Aloe Blacc, “War & Lover” prodotta “dall’Alchimista di Beverly Hills” e potenziata dal già citato Oh No, il risultato è garantito e croccante. La title track è il pezzo più convincente dell’album anche grazie alla collabo con Talib Kweli, ma non si possono dimenticare “Flyng Hight” e soprattutto “Roll Out” con Planet Asia e Kurupt dove, a dire il vero, il nostro Medaphoar viene schiacciato dalle punchlines dei due rapper losangelini che ne mettono nettamente in ombra le capacità liriche.
La data di release è fissata per il primo di novembre, ma è già disponibile in digitale sul sito della Stones Throw che, come da tradizione, stamperà anche in vinile (grazie!). “Classic” è un lavoro che va di certo assaporato. Tornando alle parole di M.E.D. è un disco per tutte le generazioni: dagli affezionati del “bum bap”, a chi cerca qualcosa di ricercato e per chi apprezza un sound più fresh; d’altronde cosa aspettarsi dalla label californiana se non prodotti che lasciano il segno?

(Emanuele Ziggiotto)

TRACKLIST

01) Int’l
02) Where I’m From feat Aloe Blacc
03) Too Late
04) War & Love feat Oh No
05) Classic feat Talib Kweli
06) Get That feat Pok
07) JWF
08) Roll Out feat Planet Asia & Kurupt
09) Blaxican
10) Outta Control feat Hodgy Beats
11) Flying High
12) Medical Card
13) 1 Life 2 Live
14) Mystical Magical

 

About Stefano Zanoni

Creative Director, hip hop lover e un altro paio di errori meno rilevanti.

Sparati anche questo!

colle der fomento adversus

I Colle Der Fomento hanno fatto un grande disco senza tempo

foto di Daniele Peruzzi Suonerà pure come opinione impopolare ma non nascondo di aver provato …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>