shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Lil Wayne – Tha Carter IV

 

[the_meta]

Per una volta la metto un po’ sul personale: non sono un grande fan di Lil Wayne, e avendo letto le numerose stroncature di Tha Carter IV mi aspettavo un album semplicemente pessimo. Anche perché, dopo l’uscita di prigione, i primi featuring e i pezzi comparsi in rete non mostravano un Weezy in gran forma. E tutto questo dopo un paio di album che certo non passeranno alla storia come I Am Not A Human Being o Rebirth. Ma le basse apettative sono state confermate solo in parte: l’album raggiunge tranquillamente la sufficienza, grazie a tracce ben riuscite come “She Will” (con Drake), “Blunt Blowin”, “Abortion” e la bonus track “Mirror” (assieme a Bruno Mars). Mentre i pezzi da skip quasi obbligatorio sono solo due: l’atroce “How to Love”, in cui Lil Wayne si lancia in un acoustic pop di cui nessuno che abbia più di 16 anni sentiva il bisogno (anche se la canzone ha fatto il botto a livello commerciale), e il suo contraltare “How to Hate”, in cui il ritornello di un T-Pain ormai fuori tempo massimo accompagna il rapper di New Orleans in un pezzo che suona come una probabile hit di qualche anno fa. A parte le tracce più o meno riuscite, è proprio l’album nel complesso che non colpisce nel segno: se la mancanza di spessore che ha sempre caratterizzato Weezy non creava grandi problemi finché si aveva a che fare con un mostro lirico, adesso che il nostro sembra perdere un po’ di colpi ci si aspetterebbe una crescita dal lato artistico, di cui invece non c’è traccia. Esempio di questa mancanza è “John” (assieme a Rick Ross), in cui Wayne non si è fatto nessun problema a scegliere (o commissionare?) da Polow the Don un beat che è la fotocopia di “Mc Hammer”, hit proprio di Rick Ross prodotta da Lex Luger. Scelte che lasciano un po’ perplessi, come perplesso lascia il fatto che la cosa negli States sia passata sotto silenzio. Sotto silenzio, nonostante le stroncature, Tha Carter IV non è comunque passato: nel momento in cui scrivo ha raggiunto 1 milione e 300mila di copie solo negli States. Segno che la fan base di Weezy è ormai talmente ampia che i suoi dischi vengono comprati a scatola chiusa, anche quando sembrano una sequenza di pezzi assemblati un po’ così e quando non c’è traccia né di monster hit come “A Milli”, né del Weezy delle metafore e metriche pazze di qualche tempo fa. Detto questo, il quarto capitolo della saga è superiore delle ultime due fatiche “non-Carter” e si lascia sentire abbastanza volentieri. Ma da un rapper dalle potenzialità mostruose ci si aspetta di più, soprattutto quando ci si deve confrontare con Jay Z, Kanye West e il loro stupendo Watch the Throne

(Daniele “Spu” Signorelli)

TRACKLIST

01) Intro (prodotta da Willy Will)
02) Blunt Blowin (prodotta da Develop, Filthy)
03)  Megaman (prodotta da  Megaman)
04) 6 Foot 7 Foot feat Cory Gunz (prodotta da Bangladesh)
05) Nightmares of the Bottom (prodotta da Snizzy, Kenoe)
06) She Will feat Drake (prodotta da T-Minus)
07) How to Hate feat T-Pain (prodotta da Young Fyre)
08) Interlude by Tech N9ne (prodotto da  Willy Will)
09) John feat Rick Ross (prodotta da  Polow da Don, Rob Holladay)
10) Abortion (prodotta da The Commission, StreetRunner)
11) So Special feat John Legend (prodotta da Cool & Dre
12) How to Love (prodotta da  Noel “Detail” Fisher, Drum Up)
13) President Carter (prodotta da Angel “Onhel” Aponte, Infamous)
14) It’s Good feat Jadakiss & Drake (prodotta da Young Ladd, Cool & Dre)
15) Outro by Bun B, Nas, Shyne and Busta Rhymes
16) I Like the View Bonus track (prodotta da Cool & Dre)
17) Mirror feat Bruno Mars Bonus track (prodotta  da REO of The Soundkillers, The Smeezingtons)
18) Two Shots Bonus track (prodotta da Diplo, DJA)

About Stefano Zanoni

Creative Director, hip hop lover e un altro paio di errori meno rilevanti.

Sparati anche questo!

colle der fomento adversus

I Colle Der Fomento hanno fatto un grande disco senza tempo

foto di Daniele Peruzzi Suonerà pure come opinione impopolare ma non nascondo di aver provato …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>