shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Statik Selektah – Population Control

 

[the_meta]

Statik Selektah non è un veterano ma nemmeno un novellino, è uno di quei dj/producers della nuova scuola new yorkese con una a affezione particolare ai suoni della black music e al rap Golden Age.
Pur non essendo il tipo di beatmaker che si distingue per originalità, sia tecnica che di ricerca, riesce sempre a stendere il tappeto giusto per i molteplici interventi degli amici che continuano numerosi a partecipare ai suoi album.
Dopo Spell My Name Right, Stick To The Script e 100 Proof: The Hangover, ecco il quarto album solista per il socio dietro le quinte del veloce Termanology, che appare in tutti i progetti da sempre e con il quale qualche mese fa ha rilasciato l’album 1982 che, guardacaso, è l’anno di nascita dei due.
Il dj di New York, che si è sempre circondato di nomi importantissimi e di un certo spessore all’interno dei suoi progetti, questa volta si concede il lusso di coinvolgere amici meno conosciuti, probabilmente sfruttando il suo nome a loro favore. Statik ha avuto la propria consacrazione già da qualche tempo, con questo gesto altruistico da street talentscout, si conferma il produttore capace che siamo abituati a sentire, confezionando un album più maturo e pacato dei precedenti,  riuscendo ad ottenere un risultato forse meno forzato e più naturale e spontaneo.
Population Control è un bel dischetto, che scorre piacevolmente sulle membrane dei miei speaker, mettendo a segno un paio di punti che mi hanno spronato ad alzare il volume. I pezzi che arricchiscono il lavoro sono sicuramente il singolo “Population Control” con Termanology e Sean Price, la reggaeggiante “They Don’t Know” con Reks e Pill, la metropolitana “New York New York” con Saigon, Styles P [di cui abbiamo recensito Master Of Ceremonies n.d.r.]  e Jared Evan per finire con la malinconica “You’re Gone” con il buon vecchio Talib, il leggerissimo Lil Fame ed il nuovo Colin Munroe.
Con i suoi campioni soul, i set di batterie multi groove e alle sue frasi scratchate, Statik riesce ancora una volta a proporre un disco che lo mantenga sul podio dei più ricercati e prolifici del momento.
I fedelissimi apprezzeranno senza dubbio, gli scettici cominceranno a convincersi sempre di più.

(47 Seasons)

TRACKLIST

01) Population Control feat Sean Price & Termanology
02) Play The Game feat Big K.R.I.T. & Freddie Gibbs
03) Groupie Love feat Mac Miller & Josh Xantus
04) New York New York feat Styles P, Saigon & Jared Evan
05) Sam Jack feat XV, Jon Connor & The Kid Daytona
06) Never a Dull Moment feat Action Bronson, Termanology & Bun B
07) You’re Gone feat Talib Kweli, Colin Munroe & Lil Fame
08) Down feat Push! Montana & LEP Bogus Boys
09) They Don’t Know feat Pill & Reks
10) Let’s Build feat Chance Infinite, JFK, Mitchy Slick e Wais P
11) Smoke On feat Dom Kennedy & Strong Arm Steady
12) The High Life feat Kali, Game Boi & Chris Webby
13) Half Moon Part feat Skyzoo,Chuuwee & Tayyib Ali
14) Black Swan feat Nitty Scott MC & Rapsody
15) Harlem Blues feat Smoke DZA
16) Gold in 3D feat STS & Dosage
17) Damn Right feat Joell Ortiz & Brother Ali
18) Live & Let Live feat Lecrae
19) A DJ Saved My Life feat DJ Premiere, DJ Buabu, Scam Jones & DJ Craze
20) 4G’s feat Money, Termanology, Scam Jones & Wais P (BONUS TRACK)

About Stefano Zanoni

Creative Director, hip hop lover e un altro paio di errori meno rilevanti.

Sparati anche questo!

Commodo Gladiatore Imperatore

Quello che ci è piaciuto e quello che non ci è piaciuto del 2019

Il 2019 volge al termine ed è tempo di bilanci. Abbiamo deciso di fare una …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>