Home / FEATURED / MDJ+ – My Golden Age As Yet To Come #1

MDJ+ – My Golden Age As Yet To Come #1

 

I rapper raccontano. Non esiste strumento migliore per fotografare le strade, per fissare questi tempi assurdi. Il rap traduce la vita, la cristallizza, e la serve senza altri filtri se non la musica. I rapper raccontano e si raccontano. Si erigono ad esempi, più o meno apprezzabili, delle contraddizioni contemporanee. Vittime o istigatori, nessuno è in grado affermarlo con certezza, ma tutti sanno che i rapper scrivono di ciò che hanno attorno, e che lo fanno senza filtri.
Da questo legame con la scrittura nasce Novel Cousine, la nuova rubrica di RapBurger, un gioco di parole tra la Nouvelle Cousine e Novel (dall’inglese “romanzo”), che vi servirà sempre un nuovo racconto scritto dalle più narrative Hiphop heads italiane.
Spegnete la musica e accendete le parole.

—————————————————————————————————————————————————–

Titolo: My Golden Age As Yet To Come
Ep 1: Milano Alaska

di MDJ+


La città nel vento di gennaio, una notte di ghiaccio, il cielo stellato e lampioni cristallizzati.
Da fuori solo la vibrazione dei woofer sull’asfalto sottozero.
Treni merci assordanti su binari di periferia, neri nella notte illuminata da stelle lontane.
Milano alaska e cuori freddi. Cuori freddi e sogni spezzati. Cuori freddi, sogni spezzati, occhi rossi. Samuel entra nel locale in slow motion, occhi flashati nel passaggio dai lampioni alle strobo violente del floor.
Nessuno lo saluta più. Primo bombardamento.

La console e correnti di energia elettronica, led azzurri sulla destra, atmosfera rarefatta, cascate di rum nei cocktail.
Ragazze scollate, profumi e immagini sfocate di sorrisi, fiato in gola nel tempo di un ti voglio, nel boato di una punchline. Nessun DJ suona i suoi pezzi. Secondo bombardamento.

Samuele cerca lei. Nel bancone. Cerca lei. Uno schianto.
La sua pelle abbronzata, le sue labbra, le sue spalle brillanti sotto luci di taglio del locale. I suoi occhi azzurri e dilatati, le sue mani che danzano come i desideri. Fuori Milano. Fuori una città di ghiaccio.
Lui si avvicina, accecato dalle strobo.
Lei lo vede. Lei gli occhi giù. Lei uno schianto.
“Ludmilla ti aspetto stanotte” niente domande, niente certezze, solo desideri.
“Samu, no”. Samu basta.
Senza guardare, con le bottiglie di rum in mano, in slow motion spezzata dalle strobo.
“No cosa”
“No basta” basta è un istante, quanto basta per dire addio. quanto basta per morire.
Lastre di ghiaccio e bottiglie in frantumi. respiri spezzati colori saturati. Terzo bombardamento.

Il sapore del rum, l’acido del fumo, in fondo allo stomaco, dentro i respiri.
Respiri di sconfitta, respiri di retrocessione, respiri di campionati persi. Di palchi lontani.
Niente saluti. Niente bangers. Niente lei. Solo Milano.
Milano gelida, Milano ghiacciata, Milano di guerra.
Un anno fa Samuel primo in classifica. Un anno fa l’artista Hiphop più amato.
Un anno fa le stelle. dal nulla alle stelle. dalla strada alle stelle.
Ma ‘stanotte tutto è perduto davvero. E il guerriero è solo.
A combattere la guerra con un pugno di rime. Tra gli ululati delle sirene e il cielo stellato.
La notte della guerra. La notte di chi deve rifare tutto da zero. La notte che Samuel ha sempre sognato.

—————————————————————————————————————————————————–

< Episodio successivo Episodio precedente >

 

 

Bio: MDJ+. Milano è la sua New York. Dal ’96 pubblica street novels autoprodotte in fotocopia. Partecipa a centinaia di jam, scrive e canta su palchi di mezza Italia. Scrive per decine di fanzine (tra cui lo storico magazine AL), siti web e manifesti. Nel 2000 pubblica Beograd BBoyz con Castelvecchi. Nel 2004 pubblica per Arcipelago Edizioni Spregiudicati, anthem novel urbana. Nel 2005 sempre per Arcipelago Edizioni pubblica Ex, novel neorealista sui lavori di strada a Milano. Per RapBurger scrive The Golden Age Has Yet To Come, in tempo reale.
“Sappiamo soffrire e soffrendo vinciamo” è l’headline della sua vita.

 

About RapBurger #1

  • TuSaiChi

    da via Padova?

  • luciano

    keep on fighting, man

  • emme

    da via padova!

  • Chri500

    Emme!! Sei sempre tu..vediamo se il nickname ti ricorda qualcosa!! Bellaaaaaa

  • http://www.adigemusic.wordpress.com Marcello

    I treni per Besana Brianza, quelli per Imola e le ore sul computer a cercare le parole.
    Dai scrivi di più!