Home / FEATURED / MDJ+ – My Golden Age As Yet To Come #3

MDJ+ – My Golden Age As Yet To Come #3

 

I rapper raccontano. Non esiste strumento migliore per fotografare le strade, per fissare questi tempi assurdi. Il rap traduce la vita, la cristallizza, e la serve senza altri filtri se non la musica. I rapper raccontano e si raccontano. Si erigono ad esempi, più o meno apprezzabili, delle contraddizioni contemporanee. Vittime o istigatori, nessuno è in grado affermarlo con certezza, ma tutti sanno che i rapper scrivono di ciò che hanno attorno, e che lo fanno senza filtri.
Da questo legame con la scrittura nasce Novel Cousine, la nuova rubrica di RapBurger, un gioco di parole tra la Nouvelle Cousine e Novel (dall’inglese “romanzo”), che vi servirà sempre un nuovo racconto scritto dalle più narrative Hiphop heads italiane.
Spegnete la musica e accendete le parole.

—————————————————————————————————————————————————–

Titolo: My Golden Age As Yet To Come
Ep. 3: Step By Step

di MDJ+


Ha sentito quel pezzo. Ed è successo qualcosa. E adesso.
Un passo alla volta, uno dietro l’altro, camminando verso est, marciando come un soldato verso il sole. Ogni passo un pensiero, ogni metro un flash. L’aria fredda in gola, il viso di ghiaccio le mani rosse di freddo. Succede qualcosa. Il sangue in circolo, l’endorfina che ritorna. attraverso l’aria viziata e l’alcol, oltre tutte le immagini delle gambe di Ludmilla.

Camminare dentro il cielo di cristallo della città è vita. E Samu la assapora un passo alla volta, sempre più veloce, sempre più affamato di aria fredda e sole.
Nel parka ha trovato l’mp3 e lo ha acceso a volume cento, continua a chiudere e riaprire gli occhi e respirare a fondo l’aria di Milano. Non vuole fermarsi mai.
Se c’è un momento questo è il momento, se c’è un giorno il giorno è questo, se c’è una strada, la strada è questa. La strada che porta al sole. Samu torna a lottare. Dimentica le comodità, dimentica i vizi, dimentica il piacere fine a sé stesso, dimentica le false notti i finti baci e l’amore che non ha questo nome.
Un passo alla volta lungo la strada ghiacciata contro il dolore cercando la via.
Un metro alla volta Ludmilla è più lontana, il sapore del sesso si scioglie, il profumo di cento cocktail evapora, alle parole tornano i colori.

L’aria quel profumo. Quello che conosci. Quello della battaglia.
Stringe i pugni e cammina. Stringe i denti e cammina. Tutto davanti, come un film. Tutti gli errori e le sconfitte, ancora avanti e ancora immagini, ancora fatica e ancora parole.
Ma è così che funziona. Ogni canzone un canto di battaglia, ogni passo un traguardo, ogni iarda un successo. Ancora per un istante, ancora per ore. Tu sei la mia vita altro io non ho.
La salvezza è un passo dopo l’altro verso il cielo. Il cielo le nuvole i manti bianchi di neve, la purezza nelle parole.
Lascia tutto Samu e torna a casa.
Alla circonvallazione idroscalo, a 7 chilometri da ticinese il cielo si tinge di azzurro.

A Limito di Pioltello le strade del paese sono silenziose come campi di grano. Migliaia di ricordi, sapori immagini e sorrisi. Accende una sigaretta con un gesto da guerriero e guarda il cielo. In questo istante, dopo 12 chilometri di marcia, dopo aver sofferto sognato cantato e respirato si fa una promessa.
Non ci saranno più crolli.
Da questo istante in avanti.
Sa quale battaglia combatterà.
Si alza, respira e suona al citofono dello studio di Jack, il miglior produttore che abbia mai avuto, il fratello di quando tutto era puro e vero.
Jack apre e i suoi occhi sanno ancora di sonno e notti passate davanti alle macchine a produrre.
“Jack voglio tornare ad essere io”
Lui sorride e gli si allarga il cuore.
“Bentornato a casa Samu”


—————————————————————————————————————————————————–

< Episodio successivo Episodio precedente >

 

 

 

Bio: MDJ+. Milano è la sua New York. Dal ’96 pubblica street novels autoprodotte in fotocopia. Partecipa a centinaia di jam, scrive e canta su palchi di mezza Italia. Scrive per decine di fanzine (tra cui lo storico magazine AL), siti web e manifesti. Nel 2000 pubblica Beograd BBoyz con Castelvecchi. Nel 2004 pubblica per Arcipelago Edizioni Spregiudicati, anthem novel urbana. Nel 2005 sempre per Arcipelago Edizioni pubblica Ex, novel neorealista sui lavori di strada a Milano. Per RapBurger scrive The Golden Age Has Yet To Come, in tempo reale.
“Sappiamo soffrire e soffrendo vinciamo” è l’headline della sua vita.

 

About RapBurger #1

  • 123

    …sapori di un tempo…
    quando la domenica leggo questi episodi ricordo…
    sensazioni che in un primo momento mi riportano indietro negli anni…e poi..
    ..la convinzione che sia un privilegio conoscere questa cultura… la consapevolezza di quanto mi abbia insegnato..e di quanto sia presente nella mia vita quotidiana..
    ormai aspetto questi episodi con impazienza.
    e leggerli domenica sera, prima del lunedì, è perfetto.
    …come quando riascolti i tuoi pezzi preferiti…
    grazie emme….

  • Pingback: MDJ+ – My Golden Age As Yet To Come #4 | RapBurger