shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Views YouTube comprate? Fedez nell’occhio del ciclone

 

In questi giorni è scoppiato il grande caso delle views di YouTube comprate.
Un discorso che gira da un paio di anni ma a cui nessuno dava peso, un po’ come quello sui fan acquistati per le pagine Facebook.
Un banale modo per mostrare importanza grazie ai numeri. Numeri che ora si valutano sempre di più, più della qualità, senza badare al valore relazionale dei media. Parlare a 10.000 persone fake non è certo uguale a parlare a 10.000 persone reali. Ma l’ossessione dei numeri contagia tutti. Spesso i rapper fanno rime sulle loro views ed è comune leggere sui canali ufficiali degli artisti i ringraziamenti per il raggiungimento di tot visualizzazioni sul Tubo.
Sebbene nell’ambiente musica si parli di questo già da tempo, a far scoppiare davvero il caso è stato l’ultimo singolo di Fedez, “Jet Set”.
Il clip ha ottenuto una visibilità incredibile e, per quanto sia chiaro a tutti che Fedez sia uno dei rapper più amati dai teenager, i dati hanno destato l’attenzione di molti ascoltatori stupiti da valori che sembrano al quanto sospetti.
Come potete vedere dall’immagine, nelle statistiche del video si vedono flussi di visite davvero elevate da canali non chiari e, soprattutto, salta all’occhio il fatto che la maggior parte delle visualizzazioni arrivino da Asia e America, decisamente strano per un rapper che canta in italiano.
Noi non essendo web analyst di professione non ci sentiamo certo di dare giudizi, in fondo additare a “compratore di views” un artista senza una vera prova è tutt’altro che corretto. Inoltre, se uno sapesse di aver fatto qualcosa di poco pulito probabilmente si preoccuperebbe di non lasciare le statistiche pubbliche.

Stiamo poi parlando di un concetto legato alla “morale”, non è affatto illegale infatti acquistare views… è un modo di promuoversi e si sa che business e moralità hanno spesso un rapporto conflittuale.
Fedez ha risposto alle accuse sulla sua pagina Facebook ufficiale in più occasioni, questa è la prima dichiarazione:

ed altre si sono susseguite (vi invitiamo a dare un’occhio per farvi un’idea diretta anche voi).
A supportarlo è intervenuto anche Gué Pequeno, superstar del rap italiano e padrino dell’artista, che ha dichiarato:

Molti altri artisti hanno ironizzato sulla cosa come Turi o Maxi B. Il rapper calabro ha postato: “Non ho niente contro i rappers gay, a patto che non diano il culo per una manciata di views su YouTube.”
Mentre il nuovo membro di Tempi Duri Records ha scritto: “Ma davvero vi comprate le views su YouTube? Ahaha capi!”
Anche Raige, rapper dei One Mic, ha detto qualcosa riguardo questo argomento, cercando di riportare l’attenzione sulla musica e allontanarla dai fantasmi del web-business: “Questi sono i giorni delle polemiche sulle views di YouTube… comprate o reali?! Non so voi, ma per me non esiste un rapporto direttamente proporzionale tra numero di click e bravura tecnica. Anzi, solitamente è il contrario :) Statevi tranquilli rappers, c’è tutto un mondo fuori dalle finestre di casa vostra. Non limitatevi a internet, a Facebook e a YouTube!”.
Sicuramente l’uso dei social network ha velocizzato e accentuato le polemiche. In questi giorni infatti è girato in rete un video (potete vederlo qui sotto) che attacca Fedez confrontando altri clip di successo con “Jet Set”, singolo incriminato del giovane artista. Ovviamente RapBurger si dissocia dagli insulti, ma trattandosi di un documento virale ampiamente condiviso non possiamo certo nascondervelo.
Sui numeri si basano tante cose. Si basa il successo, il valore economico, l’attenzione mediatica, la fama e tantissimi altri aspetti. Il rap però è un genere fatto di regole diverse dal pop. Non per forza un artista con molto seguito è meno forte di un artista underground, anzi. Con RapBurger cerchiamo sempre di darvi un mondo a 360°, perché le skillz non stanno nei numeri ma nell’abilità di fare musica, ricordiamocelo sempre.

About Stefano Zanoni

Creative Director, hip hop lover e un altro paio di errori meno rilevanti.

Sparati anche questo!

Lazza Netflix

Guarda “Netflix”, il nuovo video di Lazza

Nuovo video per Lazza. Si tratta di “Netflix”, traccia numero 5 di “Re Mida”, il …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>