Home / RECENSIONI / Clementino – I.E.N.A.

Clementino – I.E.N.A.

 

[the_meta]

Aspettavo questo disco da un po’.
Dopo il progetto Videomid ero curioso di scoprire che strada avrebbe intrapreso uno degli artisti più creativi della scena.
Avevo già sentito Clementino in tutte le salse, dalle battle ai live cabaret con Mirko Miro,  da Napolimanicomio alla versione hypster con Paura e Tayone, e spesso ho avuto dei pareri contrastanti che mai una volta, però, mettevano in discussione la sua bravura.
A non convincere del tutto era appunto la sua versatilità, quel suo passare sfacciatamente da un mood all’altro, da risultare a volte forzato, a volte manieristico.
Così ho messo I.E.N.A. nello stereo. L’ho ascoltato più volte… E grazie al cielo ero a digiuno, perché mi ha fatto rimangiare tutte le conclusioni affrettate tratte sul suo conto.
Con I.E.N.A. – acronimo di Io E Nessun Altro – quello che balza subito all’orecchio è una peculiare attitudine da giocoliere che rende il disco piacevole all’ascolto e di forte appeal anche sul pubblico più underground.
Già da “Rovine”, il super singolo d’apertura cantato con Mama Marya, si scopre un Clementino molto maturo e sicuro di sé, che si muove con disinvoltura sul beat di Bioshi Kun, giocando con la melodia e le parole come nessun altro è mai riuscito a fare.
Clemente passa con naturalezza da un flow all’altro, sperimentando intonazioni e cambi di interpretazione che rendono ogni canzone un’autentica polifonia di stili. ”Animals” con -niente meno che- R.A. The Rugged man e “Se Ne Cade” con i Videomind, sono solo due dei pezzi che dimostrano le capacità tecniche e interpretative di quello che è senza ombra di dubbio uno degli artisti più originali degli ultimi anni.
Le produzioni sono tutte poco convenzionali e affidate a musicisti che hanno portato l’Hiphop a sperimentazioni di altissimo livello. Oltre al già citato Bioshi, campione del mondiale dell’Ida e fondatore dei Beat Inc, una delle band più avveniristiche d’Italia, troviamo Deleterio, Dj Shablo, Night Skinny che, come per il disco di Musteeno, ha supervisionato l’intera qualità del suono. E, aggiungerei, in modo impeccabile.
Così I.E.N.A. riassume gli ultimi due anni musicali di Clementino, le sue amicizie, le sue esperienze personali e le sue propensioni artistiche. Dimostrandosi un disco tanto distante dal precedente Napolimanicomio quanto da After Party.
Scorrendo le tracce, passando da uno stile all’altro, ho capito che Clementino è un artista impossibile da giudicare con i canoni a cui siamo abituati. La sua creatività sfora la matematica della scena Hiphop italiana e lo avvicina molto di più ai grandi improvvisatori della tradizione musicale partenopea. La sua musica sembra fatta col sorriso e con la voglia di divertirsi facendola. Un atteggiamento da musicista, da attore da cabarettista che manca alla maggioranza dei freddi calcolatori di views. Un atteggiamento che potrei sintetizzare in un’unica parola: creativo. O artista, se preferisci.
Così, I.E.N.A. ci accompagnerà nel migliore dei modi fino all’attesissimo Non È Gratis, album di Fabri Fibra & Clementino.

(Andrea Mazzoli)

TRACKLIST

01) Rovine feat Mama Marjas (prodotta da Bioshi)
02) Toxico (prodotta da Shablo)
03) Animals feat R.A. The Rugged Man (prodotta da O’Luwong)
04) La Mia Musica (prodotta da Manueli)
05) Hannibal Rapper feat Ill Bill (prodotta da Fano)
06) Butterfly Effect (prodotta da Night Skinny)
07) La Vita Del Palo feat Dope One (prodotta da Impro)
08) Risata Di Una I.E.N.A. (prodotta da Deleterio)
09) Se Ne Cade feat Paura (prodotta da Tayone)
10) Funk e Therivati (prodotta da Manu Phl)
11) La Mia Musica remix (prodotta da Skizo)
12) Finale di Fuoco (prodotta da Fabio Musta)

About RapBurger #1

Lascia un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>