Home / INTERVISTE & RUBRICHE / INTERVISTE / BURGER CAFÈ / Asher Kuno al Burger Café

Asher Kuno al Burger Café

 

Ed eccoci tornati al Burger Cafè, il “bar sport” di RapBurger dove chiacchierare con leggerezza del mondo del pallone o di sport in generale.
Seduto al bancone con noi c’è Kuno, rapper milanese di fede interista e compagno di palco di Jack The Smoker, tifoso rossonero che qualche mese fa era già venuto a trovarci. Kuno ordina subito un amaretto con succo d’arancia e partiamo con la chiacchierata.

Sei un tifoso accanito nerazzurro, vai allo stadio molto spesso e sei tutt’altro che un timido appassionato. Racconta come vivi il tifo e la passione per il calcio.

Kuno) In realtà sono interista da sempre, da bambino, negli anni ho anche seguito per un periodo le trasferte del Cagliari, per questioni d’origine, complice un cugino che m’ha sempre tirato in mezzo. Non ti nascondo, che le vittorie degli ultimi anni, mi hanno fatto tornare forte l’interesse, come a tutti gli interisti credo. Il calcio è parte integrante della nostra cultura, non mi ritengo un “accanito” nel vero senso della parola, amo la mia squadra, ma non ne faccio una malattia. Conosco gli ultras, li rispetto, ma non sempre ne concordo la visione. A me non interessa proprio scontrarmi con altra gente, solo perchè portiamo sciarpe diverse al collo, non m’interessa proprio lo scontro. E’ inutile. Amo però l’ambiente dello stadio e delle trasferte in generale, sono abbonato e cerco il più possibile di non saltare nemmeno un’appuntamento. Il top lo vivo in trasferta, lontano da casa, conosci gente al mattino, e a fine giornata ci sei diventato amico, hai nello zaino un panino e te lo mangi con quello di fianco che non hai mai visto prima d’ora, il tutto perchè siete entrambi nello stesso posto per lo stesso motivo. Ecco, amo molto questo spirito di solidarietà, che non è così facile da trovare altrove. Poi che si vinca o si perda non importa, già solo tutto il contorno, è degno di nota.

Il momento no della tua squadra del cuore è dovuto a che cosa? Agli allenatori, al mercato non adeguato? All’età dei senatori?

Kuno) Beh, quest’anno hanno sbagliato tutti, di tutto. La colpa è di tutti. Il meno colpevole a mio avviso è stato proprio mr. Gasperini, si sapeva già in partenza che il suo modulo non era adatto ai nostri giocatori, per cosa è stato ingaggiato allora? Ok, che c’è stata una grossa difficoltà a trovarne uno disponibile, ma così gli abbiamo macchiato il curriculum, quando potevamo benissimo prendere un Delio Rossi, che a suo dire, sarebbe venuto a Milano a piedi.
Cosa vuoi, un Ranieri già di suo non è il massimo, è arrivato a stagione in corso, ha fatto il possibile, oltre a qualche cambio (forse di troppo) sbagliato, sinceramente tutta la colpa non riesco a dargliela nemmeno a lui.
Sicuramente più al mercato, in entrata e in uscita, quest’anno è stato ridicolo. Forlan hai visto anche tu, indecente, scontato dirlo. Ricky “Maravilla” su Youtube sembrava fortissimo, ma poi? Ok, quel paio d’assist, ma le partite buone che ha fatto le conto sulle dita di una mano monca. E comunque sia, s’è letto più volte, che la società punta su di lui per il futuro. Ma poi, è così necessario continuare a ingaggiare giovani, per poi darli via l’anno successivo? Guarda Coutinho, in Spagna sta giocando, e sta facendo goal eccezionali. Ok che è in prestito, ma non potevamo tenercelo, e farlo giocare un po’ di più? Il mercato di gennaio poi, m’è proprio puzzato di presa per il culo. Diamo via la pedina principale del centrocampo, per poi prendere uno rotto e uno che anche in serie B non riusciva più a giocare. Pazzesco. Vogliono risparmiare per sto benedetto fair play finanziario, e poi buttano via i soldi in mille azioni sbagliate. I senatori… beh, il capitano è intoccabile, lui lo vedi davvero che ci mette ancora tutto il cuore, ed è ancora fortissimo, quando lo vedo giocare mi vengono i brividi, lo stimo davvero molto. Gli altri per l’80% son scoppiati, Deki è sempre stato il mio preferito, ora quel poco che gioca mi fa incazzare e basta. Forse dovrebbero farsi un po’ da parte anche loro, ma purtroppo attualmente non ci sono alternative valide. Riassumendo, Mourinho c’ha spremuti, l’anno scorso non siamo collassati, ma quest’anno era inevitabile.

Dalla squadra del triplete all’Inter di oggi c’è una bella differenza. L’Inter tornerà subito competitiva oppure prevedi un po’ di annate magre?

Kuno) È l’argomento più in voga del momento tra gli interisti. Sicuramente occorre rifondare tutta la squadra. Se questo accadrà, per almeno 2 anni ci toccherà subire gli insulti dei milanisti e degli juventini. No, ovvio, per un po’ restiamo ancora a bocca asciutta. Dal punto di vista personale, mi piacerebbe almeno fare l’Europa League l’anno prossimo, solo per una questione di trasferte, ma forse è meglio ripartire completamente da zero, avere come unico obiettivo il campionato, farli concentrare solo in questo.

Siamo tutti un po’ allenatori e selezionatori. Dammi il tuo Top 11 del campionato italiano.

Kuno) Considerando che sono sempre allo stadio a seguire la mia Inter, non sarà proprio facile risponderti, però questo è il mio 4 – 3 – 3:
portiere: Julio Cesar
difesa: Nagatomo, Thiago Silva, Chiellini, Maggio
centrocampo: Hernanes, Boateng, Zanetti
attacco: Milito, Cavani, Lavezzi
Duole ammetterlo, ma mi piacciono parecchi napoletani, molti di loro li vedrei bene in maglia nerazzurra.

Chi sono i giovani più interessanti? Che nuova promessa vorresti assolutamente vedere con la maglia nerazzurra?

Kuno) Se lo consideriamo ancora un giovane, ti dico subito Hamsik, senza dubbio. Se invece intendi un giovanissimo, beh, Lamela credo stia facendo gola davvero a tutti. Nonostante i risultati di quest’anno, ti dirò, a me i nostri giovani piacciono molto. Le prestazioni di Poli, ad esempio, parlano da sole. Obi se continua così, potrebbe diventare benissimo un nuovo Davids, e in più, Faraoni, lui è un enorme tesoro a mio avviso, è impressionante, mi auguro la società punti davvero su di lui per il futuro.

Senza contare i nomi più noti, qual è il giocatore che più ti impressiona o affascina?

Kuno) Non è l’anno giusto per citarlo, ma quando è in forma, il mio giocatore preferito di sempre è Stankovic. Oltre ai piedi buoni, (ricordo il gol da centrocampo contro lo Shalke, penso d’essere caduto almeno di 10 seggiolini sotto) e alla velocità, apprezzo la grinta che mette in campo, è unica, sempre pronto a mordere l’avversario, pur di recuperare palla. Troppa tecnica a me non piace, preferisco giocatori così, magari più grezzi ma allo stesso tempo più “incazzati”. Fattore che non sottovaluto, è anche l’attaccamento alla maglia, e lui ad esempio, è uno che è sempre venuto sotto la curva, anche quando c’era da prendere insulti. Penso che un giorno, un “5″ , da qualche parte me lo tatuerò, in suo onore.

Mentre ti ordini un Borgetti, arriviamo al momento dei nostri Calci di Rigore. Cinque domande a cui dare una risposta secca.

1) Scudetto 2006 all’Inter, alla Juventus o da revocare?

Kuno) 18 volte campioni d’Italia. Io non rubo il campionato, e in serie B non son mai stato (cit.)

2) Chi ha più colpe per quest’annata? Moratti, Branca o Gasperini?

Kuno) Il presidente ha solo un difetto, è troppo tifoso. Sai già cosa penso di Gasperini. Beh, chi è rimasto da incolpare?

3) Chi il più grande? Mourinho, Sacchi o Guardiola?

Kuno) Nulla togliere eh, ma con dei giocatori così, anch’io potrei fare Guardiola. Onore a Sacchi, ma preferisco di gran lunga Mourinho, per ovvi motivi.

4) Champions Legue 2012, chi la vince?

Kuno) Real, mi auguro.

5) Chi avresti voluto all’Inter tra Maldini, Totti e Del Piero?

Kuno) Tra i tre preferisco Del Piero indubbiamente, ma fortunatamente il mio capitano si chiama Zanetti, non vorrei nessun altro al suo posto.

Passiamo dalla cassa e ci salutiamo.
Kuno torna al suo studio di registrazione, dove sta ultimando il mixtape e HallWeedWood vol.2, ma sicuramente tornerà a trovarci appena l’Inter porterà a casa qualche risultato. Poi, in fondo, al bar siamo tutti allenatori, direttori sportivi e presidenti.


Resta sempre aggiornato sul rap italiano,
iscriviti alla pagina Facebook di RapBurger.

About RapBurger #1