Home / FEATURED / Intervista DJ 3D

Intervista DJ 3D

 

1) Bunker Studio è un punto di riferimento per la nuova scena romana, quando ti sei accorto che con lavoro e direzione artistica potevi rendere il tuo studio un luogo così importante e significativo?

DJ 3D) Il Bunker è sempre stato il nostro punto di riferimento per quanto riguarda la “pianificazione” e la realizzazione dei nostri progetti. Negli anni ho reso questo posto anche un vero e proprio studio di registrazione e di conseguenza è venuta poi tutta la parte lavorativa, quindi poter dare la possibilità a tutti di incidere i propri brani e offrire servizi utili come registrazione, mixing e mastering.
È diventato tutto più importante da quando dal Bunker sono usciti i primi prodotti di qualità che hanno ottenuto riscontro in tutta Italia, e quindi anche poter incontrare in studio di sfuggita artisti come Mr.Cioni, CaneSecco, Gemitaiz (per dirne solo alcuni altrimenti finirei con elencare metà della scena romana), anche solo per scambiare due chiacchiere, è stato un biglietto da visita per tutto ciò che c’è ora.

2) Il tuo disco appena uscito, 21 Motivi, si è costruito a “a puntate”, brano per brano. Ogni tassello veniva poi messo in streaming e di molte tracce sono stati girati dei video. Come hai concepito il progetto e perché questa scelta di pubblicazione?

DJ 3D) Inizialmente ho contattato gli mc’s con i quali volevo collaborare sull’album, l’idea era già di realizzare 21 tracce.
Organizzarsi puntualmente e lavorare con molte persone non è stato facile, ma già in passato mi era capitato di lavorare con la maggior parte di loro e una volta entrati in studio veniva tutto da sé e come volevo che fosse, dalla produzione al resto.
Ho avuto il supporto da parte del team REDZvid e di Pinto per quanto riguarda la realizzazione dei videoclip, e dalla label Honiro per la stampa, l’uscita dell’album, live & dj Set e tutto il resto.
Ho scelto di estrarre due brani inediti ogni 21 del mese sia per condividere con chi mi segue il lavoro che man mano realizzavo, sia per portare una novità nel farlo.

3) Cosa hai in cantiere in questo momento? Lavorando con così tanti artisti avrai sicuramente dei progetti interessanti su cui starai lavorando.

DJ 3D) In questo periodo sono impegnato a portare lo show di 21 Motivi in giro per l’Italia e ho un bel po’ di progetti ai quali sto lavorando, altri sono in uscita a breve. L’album di Nayt Nayt One, prodotto quasi interamente da me per la 40 LadroniRecords, sarà disponibile in tutti i negozi di dischi con distribuzione Edel. Ho terminato l’album di Mr.Cioni Me – La Strada mi chiama anche questo prodotto quasi interamente da me, fuori a breve. Lavoro per il prossimo mixtape TDC21 “C.F.T.B.”), produco l’album di SKX, un mc tedesco (“VollGas”, il primo singolo/video estratto è disponibile su Youtube), e in anteprima posso dirvi che sto lavorando alla mia prima traccia DubStep in collaborazione con un produttore veramente di livello che non sto ad annunciarvi ora.

4) Finora la tua notorietà è molto legata alla scena romana. Hai voglia di provare a confrontarti maggiormente con artisti e scene distanti dalla capitale?

DJ 3D) Ho avuto l’occasione di collaborare anche con artisti che non fanno parte della scena romana, ma per una produzione ottimale devo avere la possibilità di stare in studio con l’artista stesso, non sono il classico beatmaker che “fa il beat” e ti appioppa il resto, quindi a Roma mi è più facile, per ora.

5) Entriamo un po’ nel tecnico. Che modalità hai di produzione? Che macchinari preferisci e qual è il set up del tuo studio?

DJ 3D) Io ho un Mac, una MC-505, una MOTIF XS6, un TECHNICS 1200 e tanta voglia di fare.

6) Gli chef di RapBurger vogliono sapere qual è per te la ricetta per restare al passo coi tempi ed evolvere questo genere musicale.

DJ 3D) Io finora ho sempre cercato di ascoltare dai classici alle novità, nonostante la quantità di prodotti che ci propongono ogni giorno, poi logicamente seguo i miei gusti e produco solamente quando ho delle idee precise, mai forzatamente nè gratuitamente.

About RapBurger #1