Home / FEATURED / Il successo di Salmo, oggi anche Il Corriere Della Sera ne parla

Il successo di Salmo, oggi anche Il Corriere Della Sera ne parla

Sembra proprio che Salmo stia vivendo un ottimo momento, molto apprezzato sembra infatti il suo ultimo album Death Usb. Inoltre dopo il successo avuto dal pubblico, che oltre a gremire i live dell’artista sardo, ha pure premiato il suo ultimo album facendolo diventare uno dei più venduti, arrivano anche buone risposte dalla critica.
Stasera si terrà ai Magazzini Generali un live speciale di Salmo, accompagnato per l’occasione dalla Machete Production, oltre al quale suonerà anche Ensi con DJ 2P e Belzebass. Per l’occasione il noto quotidiano Il Corriere Della Sera ha dedicato così all’artista alcune pagine, in cui si parla del suo recente successo e di come lui viva la musica. Salmo dichiara di essere un appassionato di film horror, con particolare riferimento a registi come Sam Raimi o Quentin Tarantino; è da qui che l’artista sardo trae le sue atmosfere cupe e quei testi che dipingono a volte scene quasi splatter. Parlando invece del messaggio che vuole trasmettere, identifica nella negatività che nutre nei confronti della realtà, uno dei motivi centrali per i quali la gente si rispecchia nei suo testi. Come si poteva ben capire dalle sonorità che accompagnano i sui lavori, che variano da influenze metal a influenze più dubstep ed elettroniche, non stupisce l’ammirazione dell’artista per Phil Anselmo, membro della famosa band metal Pantera, o per l’interesse riguardo a gruppi come Nirvana o Pearl Jam, oltre che ad artisti elettronici contemporanei. Importante è per Salmo il suo collettivo artistico Machete Production, infatti con loro si è spostato a Milano dalla Sardegna, dove davvero, stando alle sue parole, era difficile fare musica e spingersi verso un’evoluzione; con loro poi ha condiviso il suo ultimo album e anche progetti paralleli importanti come il Machete Mixtape. Il giornalista del Corriere arriva anche a chiedersi se Salmo diventerà un giorno il prossimo Fabri Fibra; in realtà la cosa più importante è l’attitudine così personale che questo artista propone con passione, riuscendo addirittura ad arrivare ad un pubblico molto vasto e ad una critica spesso diffidente e legata a stereotipi riguardo all’Hiphop, parlando senza mezzi termini e non rinunciando ad essere se stesso. Infatti anche dopo l’entrata in Tanta Roba Label, Salmo non ha cambiato il suo modo di fare musica, ma se mai l’ha perfezionato, proponendo i suoi lavori in maniera anche alternativa e nuova. Complimenti quindi doverosi per questo successo, capitato in un momento davvero ottimo per l’Hiphop italiano,  speriamo perciò che si continui lungo questa strada.

(Francesco Zendri)

About Francesco Zendri

Insaziabile di musica e cibo, vere e proprie ragioni di vita, ama scrivere e va matto per la criminologia. Nel tempo libero cura le iniziative dell'Associazione Culturale Step by Step di Rovereto (Tn) per promuovere la cultura HipHop e conduce Da Frame su Burger Radio.
  • http://sberla54.altervista.org/ sberla54

    “Il giornalista del Corriere arriva anche a chiedersi se Salmo diventerà un giorno il prossimo Fabri Fibra”…minchia, speriamo proprio di no!

  • fabio

    salmo è già il “prossimo” fabri fibra, come gli onemic sono i “prossimi” club dogo.