Home / RECENSIONI / 3D – 21 Motivi

3D – 21 Motivi

 

[the_meta] Roma capitale. Roma che ha sempre rivaleggiato con Milano e Bologna per diventarlo anche nell’Hiphop. Roma con il suo “funk romano”, con i suoi concerti, con i gruppi storici e con la sua nuova scuola. Nessun’altra città d’Italia ha saputo reinventarsi come Roma, proponendo un esercito di giovani rapper dallo stile eterogeneo ma accomunati dalla stessa attitudine.
A siglare la nuova voce della capitale, ecco il disco di 3D, 21 Motivi.
Producer e ingegnere del suono (recentemente intervistato da RapBurger ndr), il nome di 3D è legato al Bunker Studio, la Stanza dello Spirito e Del Tempo dove molti artisti sembrano aver ritrovato nuovi stimoli, e non solo un nuovo sound.
Già, perché il sound di 3D è inconfondibilmente legato a sonorità moderne, con rullanti in evoluzione, dope, voci pitchatte e un’atmosfera da mainstream, sì… ma d’oltreoceano. Il tutto curato e mixato in maniera così pulita che molto spesso le parole sembrano tagliare il cono dei tweeters.
Un giro di telefonate e il gioco è fatto. Per il suo secondo disco ufficiale, 3D ha arruolato un esercito di nuove leve e pesi medi, affiancati da campioni come Jesto, Primo, Vacca e Tormento. Tutti artisti che hanno orbitato o orbitano tutt’ora (vedi Jesto) intorno alla Stanza dello Spirito e Del Tempo romana.
21 tracce con altrettanti mc, tutti bravi, tutti diversi ma non troppo. Lo stile romano, quello che è diventato uno dei propulsori per l’Hiphop della penisola, la fa da padrone.  Canesecco, Madman, Mr Cioni, Pinto, Coez, Gemitaiz, tutti rapper che stanno rendendo grande la nuova scuola e che dopo anni di eventi, sbattimenti e gavetta, sembrano ottenere il giusto riconoscimento. Non solo in termini di visualizzazioni Youtube.
Un’altra cosa interessante? Il disco è stato composto come un puzzle. Ogni 21 del mese, infatti, 3D ha rilasciato un inedito dell’album direttamente dal canale youtube del progetto ( ndr), accrescendo le attese intorno a 21 Motivi, e confermando come sia utile e proficuo lavorare su più fronti. Soprattutto per un artista poliedrico come 3D.
Prodotto dalla Honiro Label, 21 Motivi è ordinabile anche in copia fisica dal sito dell’etichetta, per chi fosse stanco del buffering di youtube.
Un disco melodico (“Il Cell. Era Spento” di Jesto), ballabile (“Crash Test” di Vacca), underground ( “Segnali di Fumo” di Primo e “Ulcera” di Pinto), un disco di giovani talenti (Low Low e Nayt – autore del primo estratto dell’album) e di senior che hanno riscoperto una nuova freschezza (come Amir e il sempre più rauco Tormento). Un disco che dimostra come sia sempre più difficile togliere lo scettro alla capitale. Anche nell’Hiphop.

(Marco Mancini)

TRACKLIST

01) Nayt – No Story
02) Primo – Segnali Di Fumo
03) LowLow – 21 Motivi
04) Gose – Viaggi Con La Mente
05) MadMan – Lo Specialista (scratch by Dj Pitch8)
06) Mr Cioni – Beautiful Night
07) Diluvio – Un Problema Per Te
08) Sercho – Questo Blunt
09) Er Costa – Uno Contro Tutti (scratch by Dj Pitch8)
10) Coez – Follow Me
11) Pinto – Ulcera
12) Tormento – Il Momento
13) Jesto – Il Cell. Era Spento
14) Killa Cali – Rubano Il Mio Cuore
15) Vacca – Crash Test
16) Pattada – Negli Anni ’90
17) Amir – L’Hip Hop Mi Ha Spezzato Il Cuore
18) Gemitaiz – Collasso
19) Maut – Un Semplice Motivo
20) Canesecco – Premio Di Consolazione
21) Pordinero – Ricordi

About RapBurger #1