Home / RECENSIONI / Apollo Brown & O.C. – Trophies

Apollo Brown & O.C. – Trophies

 

[the_meta]

In un momento in cui sembra che l’unica maniera per avere i riflettori puntati addosso sia fare la Rapstar, c’è ancora qualcuno che fa le cose per il gusto di lasciare un segno tangibile.
OC è in giro da un tot, con un notevole numero di dischi e collaborazioni all’attivo, un MC che non ha bisogno di presentazioni pur non avendo mai raggiunto l’esposizione che forse meritata. Eppure, per lui non sembra essere un problema… non gli pesa essere uno dei rapper più sottovalutati della storia, nonostante l’appartenenza alla crew DITC.
Per questo decide di farsi accompagnare in questo viaggio, totalmente in controtendenza rispetto ai crismi del rap moderno, dal relativamente giovane quanto promettente Apollo Brown, figlioccio di Oddisse e beatmaker polivalente.
Apollo la sa più lunga di quanto la sua carriera dimostri, e costruisce un tappeto dal sapore Golden Age per il buon vecchio OC che con il suo flow pacato e potente dipinge quadretti degni del nome che porta e della propria esperienza.
Un disco senza collaborazioni, in quella forma MC/Beatmaker che sembra avere la meglio negli ultimi tempi, quasi volendo ritornare alle origini attualizzando il concetto MC/DJ come la buona Vecchia Scuola ci insegnò a suo tempo.
E’ forse questo il concept di Trophies, la dimostrazione in musica di quanto non conti ricevere premi e riconoscimenti formali per essere in grado di esprimere al meglio le proprie capacità e il proprio talento.
Campioni dall’attitudine Soulful, Fat Snares, rime dirette, concetti scanditi e chiari sono la chiave di questo disco dal sapore anni ’90 riadattato per il 2012, con tracce notevoli come “Nautica”, “Prove Me Wrong” e la golden track “The Walk”, con il sample di “Walk On By” nella versione di Isaac Hayes riutilizzato in maniera sapiente e moderna, a dimostrazione che anche al giorno d’oggi è possibile suonare con uno spirito Old School senza scadere nella banalità e nei remember nostalgici di chi non riesce a rassegnarsi al fatto che i tempi cambino inevitabilmente.

(47 Seasons)

TRACKLIST

01) Trophies
02) The Pursuit
03) Prove Me Wrong
04) Nautica
05) Anotha One
06) Disclaimer
07) We The People
08) Signs
09) The First 48
10) Angels Sing
11) Just Walk
12) The Formula
13) People’s Champ
14) Options
15) Caught Up
16) Fantastic

About RapBurger #1

Lascia un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>