Home / FEATURED / Stokka & MadBuddy alias Tasters – #Bypass

Stokka & MadBuddy alias Tasters – #Bypass

 

[the_meta]

Ora che il rap sembra la fiera delle vanità, dei Ray-Ban Wayfarer e dei giochi alla Bartezzaghi (concedetemi l’iperbole), è fin troppo facile sconfessare il proprio backgorund per abbracciare la corrente o per mettersi a fare i Mayer Hawthorne.
Grazie al cielo non è questo il caso di Stokka e MadBuddy che con #Bypass hanno regalato alla scena molto più di un Blocknotes Parte Due, ma una ritrovata e intelligente, dignità musicale.
Stokka e MadBuddy sono la dimostrazione che l’Hiphop può essere musica, e che non è necessario rinnegare il proprio passato quando hai l’opportunità di crescere.
#Bypass racchiude suggestioni non sempre al servizio di un argomento. Non si abbandona a narrazioni ma preferisce disseminare versi e idee, in equilibrio tra linguaggio poetico e generazionale – come dimostra la scelta di scrivere il titolo a modo di hashtag.
Rap fatto con <<la rabbia di chi ha preso diecimila vaffanculo>> ma con un atteggiamento più adulto e cosciente che eleva questo disco dallo standard del rap game italiano.
Poche featuring, scelte più per comunità d’intenti che per calcolo, tra cui spicca un Ghemon bravo come sempre ma meno paternalista del solito e Patrick “Pat Cosmo” Benifei, voce e tastiere dei Casino Royale.
Esa aka El Prez ci introduce all’ascolto in una sorta di passaggio di testimone, per poi lasciarci alle batterie distorte di “Piano B”, canzone manifesto del ritorno in grande stile del duo.
L’amore per l’Hiphop, per le canzoni che l’hanno reso grande prima dell’olocausto commerciale, per il writing, la break, per un certo cantautorato, per le tradizioni e soprattutto per la propria città, sono quelli di Palermo Centrale, ma anche se i punti cardinali sono gli stessi, quello che è cambiato è lo sguardo con cui si affronta la tempesta.  L’energia dei primi album ha ceduto il passo a una profondità più celebrale. I ritornelli urlati sono stati sostituiti da linee quasi sussurrate, il flow è diventato spezzato, ricco di pause, e le rime da battaglia hanno lasciato il posto a versi altrettanto incisivi ma più poetici. Continuando la direzione intrapresa con Struggle Music, Stokka e MadBuddy hanno approdato a un Hiphop figlio del genere, ma che nel genere non si esaurisce.
Stokka e MadBuddy vivono sulla <<nave delle cose nuove>>, anche come sound. Oltre allo storico beatmaker del duo, alle produzioni  troviamo Big Joe, Tony Madonia e i due maestri della scuderia Unlimited Struggle (che tra l’altro ha anche prodotto il disco), Dj Shocca e Frank Siciliano. Sulla carta potrebbe sembrare un disco eterogeneo ma non è così. Infatti, per #Bypass, Stokka ha mantenuto tutto molto concreto, scegliendo una sonorità garage che ricorda gli album dei Morcheeba piuttosto che quelli di Pete Rock, in un’amalgama di campioni e strumenti dal gusto innovativo e di cui “Con Me” è stato solo un assaggio.
Un disco che aspettavo da un po’. Non tanto questo in particolare, ma uno capace di dare nuovamente all’Hiphop italiano quella dignità musicale che un certo tipo di rap, con gli occhiali da sole e i testi da scuola elementare, sembra avergli tolto. E’ sufficiente ascoltare “Gold” prodotta da Big Joe, o cogliere tutte le citazioni di “Nella casa”, per ritrovare l’entusiasmo perduto e capire non solo che un cambiamento è possibile, ma che è già iniziato.

(Andrea Mazzoli)

TRACKLIST

01) #Bypass feat Esa El Prez (prodotta da Big Joe)
02) Piano B (prodotta da Stokka aka Cookie Snap)
03) Nella Casa feat DJ Shocca aka Roc Beats (prodotta da Frank Siciliano)
04) Linee feat Frank Siciliano (prodotta da Frank Siciliano)
05) Centouno (prodotta da Stokka aka Cookie Snap)
06) Gold (prodotta da Big Joe)
07) Attraverso il Vetro (prodotta da Big Joe)
08) Future feat Dre Love (prodotta da Big Joe)
09) Con me (prodotta da Stokka aka Cookie Snap)
10) Ho fame feat Ensi, Johnny Marsiglia & DJ Shocca aka Roc Beats (prodotta da DJ Shocca)
11) Quello che hai feat Ghemon e Pat Cosmo (Casino Royale) (prodotta da Stokka aka Cookie Snap)
12) La Fuga feat Clementino (prodotta da Big Joe)
13) Canzoni a Memoria feat Serena Ganci (prodotta da Tony Madonia)
14) Un’altra vita no (prodotta da Big Joe)

About RapBurger #1