shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Kiave – Solo Per Cambiare Il Mondo

 

[the_meta] Si capisce sin dalle prime rime che Kiave con questo suo nuovo album vuole mantenere una continuità forte con ciò che ha fatto precedentemente. La formula quindi è simile, così come l’approccio, cambiano tuttavia alcuni significativi ingredienti che diventano segnali di una ricerca di evoluzione. Ma partiamo dai meccanismi consolidati che Kiave propone anche questa volta. Innanzitutto in Solo Per Cambiare Il Mondo troviamo ottimi brani in cui il flow poliedrico dell’ emcee cosentino è usato per narrare l’attualità più cruda, servita senza filtro, con rime a taglienti ed esplicite (“Sun Tzu”, “Di Che Stiamo Parlando”, “11 Storie”, “Stato D’Emergenza”). Brani in cui ci sono tanti contenuti: nel primo viene sviscerata la tematica delle armi; nel secondo troviamo invece una critica molto forte alla società odierna, con un accento particolare su questioni come la parità dei sessi e l’arrivismo delle giovani generazioni; nel terzo abbiamo una lezione di storytelling, in cui Kiave racconta 11 storie d’ispirazione reale di artisti che non trovano spazio in un paese che vede l’arte solo come mero commercio; nel quarto infine abbiamo una cronaca attenta dell’Italia degli ultimi tempi. Accanto a questi contenuti messi nero su bianco con coerenza ed abilità si trovano brani in tipico stile freestyle, con molte punchlines (“Street Fighters”, “Ill Dojo”, “Non Ce La Fai”) e brani che omaggiano l’HipHop più classico delineando una propria identità musicale definita e forte (“Welcome”, “Keep It Real”). Poi ci sono i brani di presentazione, in cui Kiave si mette a nudo, proponendo valori e intenti che lo hanno guidato e che lo guideranno in futuro (“Hardcore Gentleman”, “Quello Che Non Ho”, “Cellula Impazzita”) con sfumature sulla propria scelta di restare indipendente e di fare musica seguendo la passione e il proprio istinto. In sostanza quindi un insieme di brani in cui Kiave si ripropone nel modo in cui è abituato, con un proseguimento della varietà musicale,grazie anche al lavoro dei produttori intervenuti che forniscono spunti interessanti e riescono a dare all’artista l’occasione di rinnovarsi. In sostanza un’attitudine classica, che pesca dall’HipHop del passato e che guarda all’America per l’uso sociale del rap, ovvero per portare alla luce problematiche ritenute rilevanti.
Accanto a questo impianto consueto si riscontrano alcuni spunti interessanti di un’evoluzione concreta e importante. “Identità” vede l’inusuale partecipazione di Brunori Sas che comunica un’apertura alla musica nel suo insieme. Una collaborazione che non snatura gli interpreti, ma che anzi arricchisce le loro esperienze, regalando all’ascoltatore un brano intimo e sensibile, in cui Kiave mette davvero tutto il suo io più profondo. Poi in “Se Non Spendi, Ti Spegni” troviamo un abile uso delle parole, incastri veloci, su una base travolgente con l’interessante intervento di Mad Buddy; brano che può considerarsi un po’ il riassunto dell’album. Ghemon e Mecna invece danno il loro contributo in “Non Ho Mai Visto” componendo un pezzo fatto di immagini pungenti e significative, che raccontano il diverso sentire dei tre artisti. Infine abbiamo episodi più soft, come “Il Lungo Addio”e “L’ultima Notte”, che affrontano l’amore nella sua interezza, parlando apertamente del proprio dolore e di sentimenti complessi, ma anche dell’atto più intimo quale il fare l’amore con la persona amata (seppur in sogno).
Nel complesso un album che nasce da basi solide e consolidate dall’esperienza, ma che pone sicuramente dei ponti verso un’innovazione e una ricerca musicale personali ed interessanti. Kiave continua a lottare per portare anche all’ascoltatore medio un prodotto dalle radici fortemente undergound, ma che risulta comunque trasversale. Un approccio sicuramente apprezzabile, anche perchè il suo rap propone un uso delle parole ricco e fantasioso, oltre che contenuti seri e di rilievo. Forse Kiave non cambierà il mondo, ma certamente lascerà un esempio importante.

(Francesco Zendri)

TRACKLIST

01 – Hardcore Gentleman (feat. DJ Shocca) Prod. da Fid Mella
02 – SunTzu  Prod. da Big Joe
03 – Welcome (feat. Dj Double S) Prod. Res Nullius (Crazeology)
04 – 11 Storie Prod. Fid Mella
05 – Ill Dojo (feat. Musteeno, Hyst e Dj Tsura) Prod. Fid Mella
06 – Identità (feat. Brunori SAS) Prod. Fid Mella
07 – Di Che Stiamo Parlando?  Prod. Squarta
08 – Se Non Spendi Ti Spegni (feat. Mad Buddy) Prod. Vox P
09 – Street Fighter (feat. Ensi & Clementino) Prod. Deleterio
10 – Quello Che Non Ho Prod. MainLoop
11 – L’Ultima Notte (feat. Hyst) Prod. Fid Mella
12 – Non Ce La Fai Prod. Fid Mella
13 – Non Ho Mai Visto (feat. Ghemon & Mecna) Prod. Stokka aka Cookie Snap
14 – Cellula Impazzita Prod. Fid Mella
15 – Il Lungo Addio Prod. Fid Mella

CD BONUS TRACK
Keep It Real (feat. Dj Double S) Prod. Dj Impro

iTUNES BONUS TRACK
Stato D’Emergenza Prod. MainLoop

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

Madame

Il rap italiano ha bisogno delle donne

Nella storia delle donne nel rap in Italia ci sono state alcune comete, alcune hanno …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>