shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

La scena di Napoli si mette in mostra con i video di due “cypher” esclusivi

Napoli è sempre stato un centro focale per l’hip hop italiano, fin dal passato. Ora tuttavia con l’esplosione di questa cultura in tutto lo stivale sempre più nomi arrivano alla ribalta e riescono a lasciare una propria impronta. Come è successo al giovanissimo Rocco Hunt, debuttato con Spiraglio di Periferia, e ora al lavoro con il produttore Fabio Musta. Ma come testimoniano anche i portabandiera del rap partenopeo, ovvero Clementino, talentuoso freestyler che si è saputo distinguere anche a livello discografico, sia con progetti singoli come I.e.n.a., sia nelle formazioni in cui ha militato, in coppia con Fibra nei Rapstar per Non è Gratis, ma anche con la crew Videomind. Proprio da questa proviene l’altro nome importante di Napoli, ovvero Paura, che ha sempre rappresentato la sua città ad alti livelli, e che sicuramente continuerà a farlo anche con il suo prossimo lavoro fuori a breve. Tuttavia questi sono solo esempi dei nomi di punta di una scena che in realtà è davvero molto più vasta e che al suo interno vede crescere sempre più voci interessanti, come ad esempio Oyoshe, emcee ma anche produttore di spessore, a tal punto da arrivare ad avere nel suo album un artista del calibro di Blaq Poet. Proprio lui affiancato da Clementino e Dope One ha rappresentato l’Italia all’HipHop Kemp di quest’anno sotto il nome di Napoli Rap All Star. Insomma tanti nomi per una città davvero particolare e unica, nei suoi pregi e nei sui difetti.
A testimonianza di tutto questo è da poco nato un progetto particolare, realizzato da Ammontone Production. Si tratta di due video che riprendono le classiche modalità di fare freestyle: un cerchio di persone, un cypher, nel quale a turno i vari artisti improvvisano rime mostrando la propria abilità. Nei due videoclip troviamo quindi i nomi più noti come Lucariello, i sopracitati Paura e Clementino, Dopeone, ‘Nto, ma anche nomi meno conosciuti come Alezin, Ramtzu e Oyoshe a cui si vanno ad aggiungere leggende vere e proprie del rap partenopeo come Speakercenzou, ShaOne.
Davvero un progetto interessante, che riporta alle origini di questa cultura e che da una testimonianza nuova ed energica di come sia vissuto l’hip hop a Napoli. Mettetevi quindi comodi e godetevi questi due gustosi episodi. Buon appetito!

(Francesco Zendri)

About Francesco Zendri

Insaziabile di musica e cibo, vere e proprie ragioni di vita, amo scrivere e vado matto per la criminologia.

Sparati anche questo!

Niente-di-strano-Mecna05

Siamo stati alle registrazioni di Niente di Strano con i live di Marracash e Frah Quintale e vi raccontiamo le nostre impressioni

Il 12 dicembre abbiamo partecipato alla puntata di Niente di Strano. Un nuovo format che …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>