Home / FEATURED / MTV SPIT: Presentatore, giudici e i nuovi partecipanti

MTV SPIT: Presentatore, giudici e i nuovi partecipanti


Vi avevamo già anticipato i primi tre nomi, più o meno nuovi, dei partecipanti della nuova edizione di MTV: Spit, ebbene oggi non solo vi daremo altri quattro concorrenti, ma anche il nome del presentatore e i membri della giuria. Anche se, a dirla tutta, sul presentatore c’è poco da dire, è lo stesso dell’anno scorso, il King del Rap Marracash, che, evidentemente, riuscirà a trovare il tempo di condurre nonostante i lavori per il nuovo disco e dopo l’ottimo lavoro da conduttore dell’anno scorso. Mentre nella giuria ci saranno tutti nomi nuovi. Dimenticatevi Mastafive, Niccolò Agliardi e J-Ax, e date il benvenuto a Morgan, Ensi, Paola Zukar e Max Pezzali. Che dire su questa giuria? Allora Morgan aveva già fatto il giudice “speciale” in un paio di puntate della scorsa stagione e, bene o male, se l’era cavata, con qualche commento colorito dei suoi, ma aveva comunque dimostrato un po’ di attinenza musicale, almeno dal punto di vista strettamente grammaticale. Ensi va bene, anzi va benissimo, citiamo lo stesso sito di Spit: “Chi può fare il giudice di MTV Spit se non il primo vincitore della sfida a suon di rap battle?“. Paola Zukar ci sta, è una che di rap ne sa, che il rap lo ha vissuto e lo vive tuttora, nonostante una non troppo recente controversia per via di qualche sua dichiarazione un po’ sopra le righe, in questa giuria può starci bene. Max Pezzali è, probabilmente, il punto di domanda più grande. Lo stesso sito di Spit lo etichetta come un semplice appassionato di musica rap, e ci indica il suo palmares musicale, con unico riferimento al mondo del rap il suo ultimo disco per festeggiare i vent’anni di Hanno ucciso l’uomo ragno, che vede la partecipazione di buona parte della scena rap. Anche lui fu un giurato “speciale” l’anno scorso per una puntata, la seconda semifinale per la precisione, e sembrò un po’ spaesato, manifestando sempre un punto di vista più da appassionato che da critico, staremo a vedere come si comporta.

Passiamo ora ai nuovi quattro concorrenti. Il primo in ordine cronologico di presentazione è Fat MC, sanremese classe ’88, multidisciplinare visto che ha esperienze sia da beatmaker che da videomaker, e vanta diverse partecipazioni al TecnichePerfette e diversi lavori già usciti tra mixtape e dischi con i suoi collettivi. Il secondo è un’altra vecchia conoscenza di Spit, dopo Nitro, ossia il torinese classe ’89, Fred De Palma, membro dei Royal Rhymes con il suo socio Dirty C e fresco disco da solista per lui, F.D.P. il nome dell’album. Piazzatosi tra i primi quattro nella scorsa edizione, vedremo se è pronto a riconfermarsi. Easy One è il terzo partecipante che vi presenteremo oggi, classe ’83 nato a Gioia Tauro in provincia di Reggio Calabria. Attivo artisticamente dal 97 con una carrellata di lavori con più di una crew importante e più di una collaborazione d’eccellenza, solo per citarne alcune Piotta, Tormento, Primo e i Truceboys, noto ai più per la sua partecipazione al gruppo Kalafro che tra il 2009 e il 2010 ottennero un grande successo con diversi loro lavori, tra cui Resistenza Sonora che attirò l’attenzione di molti media nazionali per il suo forte messaggio sulla Ndrangheta. L’ultimo nome, fresco di giornata, è Debbit, romano classe ’89, writer e freestyler per lui qualche lavoro da solista e niente più, per il grande pubblico questo giovane ragazzo è ancora tutto da scoprire.

Get More: MTV IT]]>

Get More: MTV IT]]>

Get More: MTV IT]]>

Get More: MTV IT]]>

(Gianluca Caboni)

About Gianluca Caboni

Classe '91. Ragioniere programmatore e attuale studente di Scienze della Comunicazione presso l'ateneo di Cagliari. Aspirante scrittore e giornalista. Appassionato di cinema, letteratura, musica e calcio.

Lascia un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>