shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

[Recensione] Salmo – Midnite

 

[the_meta]

Il secondo album di Salmo per Tanta Roba Label arriva dopo il successo del Machete Mixtape Vol.2 che ha allargato notevolmente l’attenzione sulla Machete Productions. Un progetto che ha coinvolto molto Salmo, presente sia come emcee che come produttore, mettendolo a confronto con altri artisti, a volte non così vicini al suo immaginario. Le tracce di questi incontri Salmo le porta così nel suo nuovo album Midnite andando a moltiplicare i richiami e le influenze presenti. Ha tante anime infatti questo nuovo disco dell’artista sardo. L’immaginario è per lo più simile a quello a cui ormai ci ha abituato, con rime taglienti e al veleno, condite con ironia, amaro pessimismo e un gusto splatter. Le atmosfere create dalle basi rispetto ai suoi lavori precedenti sono invece ancora più ricche. Permangono i richiami all’elettronica e alla dubstep più oscura e claustrofobica, grazie anche all’aiuto di produttori capaci come Belzebass, si aggiungono invece atmosfere da classico HipHop con l’apporto di Big Joe ed episodi in salsa reggae con i sapienti esperimenti di Shablo. I testi abbondano come al solito di citazioni, a tratti anche molto ricercate e particolari, tutte testimonianza di un artista sempre pronto ad esplorare e ad arricchirsi con nuovi spunti. Questa volta Salmo si è anche circondato di numerosi ospiti condividendo così il microfono con recenti protagonisti della scena HipHop italiana. Si poteva forse chiedere di più alla collaborazione con Noyz Narcos, ma se i due artisti per molti aspetti appaiono simili, a ben vedere hanno personalità forti e distinte che non vogliono snaturare, per cui alla fine può starci che ognuno resti sulle sue senza strafare. Apprezzabile l’apporto di Nitro, nuovo entrato nella Machete Crew, mentre Mezzosangue firma una buona prova, mostrando non poche affinità con il lato più paranoico di Salmo. La sorpresa ce la servono però Gemitaiz e Madman che sembrerebbero, almeno sulla carta, distanti dal rap dell’artista sardo; invece si dimostrano sulla sua stessa lunghezza d’onda e in ottima forma piegano al loro volere una base potente e non facile (a tratti richiama “Contact” dei Foreign Beggars) in “Killer Game”. Anche la scrittura di Salmo incontra alcune novità. Innanzitutto troviamo una sorta di storytelling con il quale si confronta a viso aperto, poi lo possiamo apprezzare anche in episodi più intimi nei quali toglie quasi la maschera per mostrare il suo vero volto (“S.A.L.M.O.” e “Faraway”). L’artista sardo poi arricchisce l’album con qualche colpo di scena: “Redneck” finisce all’improvviso dopo poco per lasciare il posto a una vorticosa skit che ci riporta al rock più aggressivo con venature elettroniche; sempre in “S.A.L.M.O.” invece l’artista a tratti sembra quasi recitare nell’introdurre le strofe, mettendo in atto una sorta di doppia personalità. Uno dei pochi nei alla fine dei conti è il primo brano, “Borderline”, che ci mostra un Salmo pronto ad esternare follia, richiamando gli psicofarmaci e trascinando rime dal gusto splatter e grottesco. Un quadro che ricorda più il Salmo dei primi album e che appare forse un po’ forzato. Tuttavia è solo la porta che introduce al cuore pulsante di Midnite, pronto a rivelarsi presto un album carico di spunti, più focalizzato negli intenti, a parte qualche sbavatura comprensibile vista la vastità di riferimenti e la poliedricità delle idee messe assieme. Salmo si riconferma perciò come abile artista, padrone ormai della propria arte, capace di coniugare in modi nuovi un immaginario ormai riconoscibile e scaltro nel passare da uno stile all’altro. Ha mantenuto pure la solita attenzione al marketing proponendo l’album in più versioni e affiancandogli un vasto merchandising. Ma Salmo non è solo questo, ascoltate Midnite e ne avrete la prova.

TRACKLIST

01. Borderline
02. Russel Crowe
03. Rob Zombie (feat. Noyz Narcos)
04. Space Invaders (feat. Nitro)
05. Old Boy
06. Killer Game (feat. Gemitaiz e Madman)
07. S.A.L.M.O.
08. Ordinaria Follia (feat. Navigator)
09. Redneck
10. Have You Ever Had… (skit)
11. Sadico (feat. Mezzosangue)
12. Wheisaupt
13. Faraway

(Francesco Zendri)

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

mf doom cover

Le mille identità di MF Doom: il rapper preferito del tuo rapper preferito

Daniel Dumile aka MF Doom è stato uno degli artisti più iconici ed influenti del …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>