shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Coez e la sua musica senza lieto fine, tra interviste e live esclusivi

 

Sembra essere un buon momento per Coez grazie all’uscita recente del suo nuovo album Non Erano Fiori. Infatti nonostante le forti e numerose critiche di chi non ha digerito l’abbandono delle rime da parte dell’artista in favore di un disco cantato , ci sono stati comunque forti segnali di apprezzamento, sia da diversi media, che da tanti supporter vecchi e nuovi. Certo la scelta di Coez può non piacere, l’importante però è sempre rispettare le idee e le scelte artistiche seppur diverse. Tra l’altro l’artista romano, membro del collettivo Brokenspeakers, si è da subito mostrato aperto a qualsiasi tipo di critica costruttiva. Lo si capisce bene  anche dalla lunga videointervista concessa a La Stampa dove si trova a rispondere principalmente a domande poste dai lettori. Vengono così sviscerati diversi temi, si parte dalle influenze che Coez ha fatto proprie creando una musica quasi priva di riferimenti precisi, passando poi per varie curiosità sulla realizzazione dei tanti videoclip, fino ad arrivare a parlare della scrittura dei vari brani, tanto difesa dall’autore. Coez sembra comunque concentrarsi sopratutto sulla spontaneità con la quale ha creato Non Erano Fiori, spiegando la scelta di abbandonare le rime come una necessità espressiva. D’altronde racconta di amare tuttora il rap e infatti sta lavorando al disco del suo caro amico Lucci, Brutto e Stonato. Coez sembra anche essere un ascoltatore attento rispetto alle nuove uscite: tra i nomi preferiti di rapper italiani attuali cita Guè per alcuni buoni pezzi racchiusi in Bravo Ragazzo, mentre punta forte sulla scena romana dando molto credito a Madman e a Er Costa. Tuttavia la via che si è trovato a percorrere Coez la difende fortemente, seppur comprende le eventuali perplessità del pubblico. Per questo motivo ha proposto così tanti video (e ne proporrà ancora), per chiarire subito la direzione che stava prendendo il suo progetto, senza ingannare nessuno. Se da un lato comunque è stato facile perché il disco è nato spontaneamente, non è poi stato semplice realizzarlo dato il metodo di lavoro con una band in carne ed ossa. Alla fine però Coez si dice orgoglioso del risultato e sceglie come miglior brano “La Strada è Mia”. Ora per lui partirà la nuova avventura live con la band, tutta da scoprire. Un piccolo assaggio intanto l’ha già dato a Milano Acoustics. Un progetto che porta in giro per la città lombarda le performance di artisti vari racchiudendole in esclusivi videoclip. Coez ha presentato così il suo ultimo singolo “Siamo Morti Insieme” accompagnato da due musicisti. Per sapere tutte le date del tour invece tenete d’occhio la sua pagina Facebook, mentre per restare sempre aggiornati rimanete come sempre collegati al nostro sito.

(Francesco Zendri)

About Francesco Zendri

Insaziabile di musica e cibo, vere e proprie ragioni di vita, amo scrivere e vado matto per la criminologia.

Sparati anche questo!

hamilton_musical01

Hamilton, il musical rap da non perdere

Quante volte qualcuno ci ha detto che non gli piacciono i musical? Ogni volta mi è …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>