shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Kendrick Lamar e il caso Control: “Voglio lasciare il segno come Biggie e Tupac”

Siamo stati in vacanza per un po’, ma stranamente riprendiamo il filo con una situazione successa circa due settimane fa e di cui ancora si parla. E’ successo che Kendrick Lamar ha inciso una strofa in uno dei suoi mille featuring di quest’anno in una canzone di Big Sean “Control” presente nel suo nuovo album Hall of Fame. Si sente subito che non è una strofa come le sue altre precedenti: niente di calmo o usuale, qualcosa di molto forte e diretto. Talmente forte che addirittura quasi sminuisce e “imbarazza” le altre due strofe (quella di Big Sean appunto e di Jay Eletronica). Una vera furia al mic Kendrick, i suoi versi sembrano una raffica di una mitraglia: il suo rap va in crescendo, fino a sentire la sua grinta gridare nelle orecchie. Tre minuti di follia: se non l’avete ancora ascoltato, fatelo almeno per curiosità.

Nel suo pezzo Kendrick minaccia di “ammazzare” (al microfono ovviamente) molti dei rapper del momento, da Drake ad A$AP Rocky e di essere diventato non solo il king del rap della west coast, ma anche di New York. Un finto beef, perché ovviamente molti dei rapper citati hanno collaborato con lui e sono suoi amici; ma K Dot (un po’ sulla scia di Kanye) è andato oltre, dichiarando che la sua strofa in “Control” è la migliore di sempre. Apriti cielo! Vi lascio immaginare le reazioni su twitter dei colleghi (molti di ammirazione in verità) e soprattutto le risposte al verso rappate sempre su “Control”. Si è aperto un tormentone, Kendrick ha praticamente lanciato una bomba a mano. Almeno un diss al giorno, il tutto per una decina di giorni: da Cassidy a Papoose fino all’ultima risposta, quella di Joey Badass in Killuminate pt.2. Ora la situazione si è calmata e per fortuna Kendrick ha risposto e spiegato il suo pensiero sulla traccia, ufficialmente in una sua recente apparizione radiofonica.
Troppo scalpore su “Control” sia da parte dei blog sia dagli artisti: è solo rap.

Ecco la sua dichiarazione sulla strofa:
“Sinceramente non sapevo che ci sarebbe stata così tanta speculazione. Io volevo solo rappare. Se qualcuno sa come faccio musica sa che io voglio solo rappare.”

..E sull’essere il re di New York:
“Penso che in questo caso forse avrei dovuto rendere un po’ più banale la mia strofa. L’ironia di quelle rime è che le persone che sono riuscite a capirle, sono i veri re di New York (…) ma non si tratta di essere i re di una costa o dell’altra, si tratta di lasciare un segno grande come hanno fatto Biggie e Pac”

(Mario Fabrocile)

[html5radio radiolink="http://91.121.67.155:8012/" radiotype="shoutcast" bcolor="" background="" shadow="" autoplay="" metadata="" width="600" height="270" image="" bgimage="http://img838.imageshack.us/img838/9004/sfondoplayerwordpress.jpg" title="" artist=""]

About Mario Fabrocile

Se mi chiedi qual è la città più bella del mondo ti dico Napoli, e la musica è l'amica più cara che ho! Scrivo qui per il piacere di condividere e per assecondare una passione..

Sparati anche questo!

mf doom cover

Le mille identità di MF Doom: il rapper preferito del tuo rapper preferito

Daniel Dumile aka MF Doom è stato uno degli artisti più iconici ed influenti del …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>