Home / FEATURED / Zapping – Coez

Zapping – Coez

Zapping è una rubrica di racconti e immagini. Un misto tra una chiacchierata guardando distrattamente la TV e un test psicologico. Ad ogni frame è collegata un’opinione, ad ogni cambio di canale corrisponde un pensiero spontaneo.
Lo scettro a pulsanti con cui cambiare canale questa volta ce l’ha Coez, rapper e cantautore romano da poco uscito con il discusso album Non Erano Fiori.
Il telecomando è nelle sue mani.

ZAPPING AMY WINEHOUSE

Coez) Considero Back To Black forse il disco più bello degli ultimi dieci anni. Il fatto che mi proponete questa foto non credo che sia casuale, per Non Erano Fiori ho preso un sacco di punti di riferimento e probabilmente nessuno faceva parte del mondo dell’hip hop. Forse Amy Winehouse è l’artista che mi ha influenzato di più, ma non avendo la sua voce e non avendo fatto un disco Motown chiaramente questa cosa non sarà arrivata a nessuno, o comunque è arrivata solo ai più attenti. Bravi RapBurger! Direi che un “Siamo Morti Insieme” ed un “Back To Black” mandano un pò lo stesso messaggio.

ZAPPING CACIO E PEPE

Coez) Mi capita spesso di mangiarla, quando mi preparo il pranzo e non mangio porcherie negli Autogrill o cose del genere, cerco di avere anche un’alimentazione abbastanza sana. La cacio e pepe, se non si esagera troppo col pecorino, può essere un buon piatto. Tra l’altro questo inverno uscivo spesso con una ragazza vegetariana, che di cacio e pepe se ne era sparate in abbondanza, le ho cucinato la mia cacio e pepe e… me l’ha bocciata!

ZAPPING CHEF RUBIO

Coez) Perdonate l’ignoranza ma non sapevo chi fosse fino a 5 minuti fa. Sono andato adesso su YouTube a vedere chi fosse. Mi sembra simpatico.

ZAPPING FIGLIO DI NESSUNO

Coez) Il mio primo lavoro solista. Quando lo ho scritto ero convinto di aver tirato fuori un capolavoro del rap italiano. Dopo un anno che era uscito e continuavo a suonare pochissimo, a non vendere e a trovarmi sempre allo stesso livello, ho pensato che non fosse stato apprezzato come meritava. Ho cominciato a vedere che si stava espandendo dopo che uscì “Ali Sporche”, io e il mio pubblico non ci siamo mai presi sul tempo. Qualcuno dice che è il mio miglior disco e che le tematiche affrontate in Figlio Di Nessuno avevano uno spessore maggiore rispetto ai nuovi lavori. Può darsi, forse è anche per questo che ho scelto inconsciamente di giocare su un altro campo, nei lavori seguenti ho cercato un altro tipo di approccio, sicuramente più melodico e so che se anche nei nuovi lavori non ci sia una grossa tecnica di incastri, io penso che la mia scrittura sia comunque cresciuta e penso di scrivere un un modo più maturo. Parere mio chiaramente. Ricordo una vecchia intervista di Snoop (ad esempio io considero “Doggystyle” uno dei dischi più belli di sempre) in cui dichiarava che quasi chiunque può fare un primo disco “forte” raccontando una storia triste e mettendoci dentro 20 anni di vita, perchè quasi tutti hanno una storia triste da raccontare, i veri artisti sono quelli che una volta che hanno vuotato quel sacco riescono comunque a trovare un modo di creare hit per anni. Un po’ mi ritrovo in questa sua dichiarazione.

ZAPPING OBAMA

Coez) GHYEAH NIGGZ!

ZAPPING RUM ZACAPA

Coez) Adoro il Rum! Il Zacapa non mi capita di berlo spessissimo, perchè costa un po’ troppo e anche se gira la leggenda che sto facendo un sacco di soldi perchè mi sono venduto alle discografiche, vi assicuro che non sto navigando nell’oro. Certo è che se me ne viene offerto un bicchiere non lo rifiuto.

(Koki & Stefano Zanoni)

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Lascia un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>