shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Nipsey Hussle mette in vendita il suo mixtape a 100$ a copia e qualcuno ne prende 100

Oggi la musica viaggia libera, molto spesso gratis: paradossalmente è l’unico modo di guadagnare oggi per un artista. Ma Nipsey Hussle, in occasione dell’uscita del suo ultimo mixtape Crenshaw , ha fatto qualcosa di molto particolare, mettendo in piedi un concetto quasi anacronistico, nella campagna “Proud2Pay”. Nip vanta un discreto pubblico sul web e sulle piattaforme social: perciò ha messo in vendita 1000 unità fisiche del disco a 100 dollari ognuna , dichiarando che il suo obbiettivo sarebbe stato quello di constatare quanto i suoi veri fans si fossero mobilitati per supportarlo nell’acquisto delle copie. Il rapper ha ampiamente raggiunto il suo scopo, mettendosi in tasca 100.000 bigliettoni. La curiosità è che Jay Z ne ha comprato 100 copie. Solo dopo ciò l’album è andato in download gratuito.

(questa è la sua dichiarazione sul motivo di questa campagna)
“..The reason I chose to charge $100 dollars each copy and only start with 1000 units is because I tailor making my music for those who are listening…I’m more or less focused on fully serving the ones that have connected all ready. That being said its a value over volume thing…if I’m goin to offer a product made with no compromise or concession to the platforms (radio, A&R opinion, label bias) ect…ect..then the way we sale it has to change…I have over 400k followers on twitter 140k on Instagram and 400k on Facebook but what good are they if they don’t mobilize around my releases? if only 1000 of those people are engaged to the point of brand loyalty then that’s who I’m focused on…#fuccthemiddleman..”

About Mario Fabrocile

Se mi chiedi qual è la città più bella del mondo ti dico Napoli, e la musica è l'amica più cara che ho! Scrivo qui per il piacere di condividere e per assecondare una passione..

Sparati anche questo!

margherita vicario emis killa

No, il rap non è sessista

Sembra quasi un paradosso che nella culla dell’arte si faccia fatica a distinguere un’espressione artistica …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>