shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Abbiamo ascoltato in anteprima per voi “Kepler”, il nuovo album di Gemitaiz e Madman

Gemitaiz e Madman Kepler

Con “Haterproof 2″ nelle orecchie (per calarmi nel mood) e lo sguardo perso nel paesaggio fuori dal finestrino mi sono ritrovato, qualche ora prima di recarmi negli uffici della Universal per il primo ascolto di Kepler, il nuovo album di Gemitaiz e Madman, a pensare cosa potesse attendermi dal primo disco ufficiale del duo Tanta Roba. Le risposte mi si sono palesate davanti agli occhi solo qualche giro di orologio più tardi, chiuso in uno dei tanti salottini presenti, con il compact disc nero pronto a girare dentro lo stereo: un disco composto (più o meno) da 16 possibili singoli, alla ricerca non del disco d’oro, ma del disco perfetto, parafrasando Gemitaiz. Disco che parte “cattivissimo” e senza ritornelli, per poi proseguire, già dalla seconda traccia, con una serie di papabili tormentoni, come detto prima, con produzioni di alto livello e ritornelli  che rimangono impressi nella mente dell’ascoltatore. Su tutti risaltano “Instagrammo” con Coez, autore proprio del best refrain di tutto il disco, e “Black Mirror” con la collaborazione di Jay Reaper, che rimane per la super produzione di Fr3netik & Orange. Colpisce la scelta di chiudere il disco con tre brani molto intimi, dopo un’alternanza quasi matematica tra brani incalzanti e tracce un po’ più “chillin’”. “Il rap che straccia le popstar”, urla MadMan, in “Sigarette”; i presupposti ci sono tutti. L’album, difatti, pare concepito per un target di teenagers, che sono i veri grandi fruitori del mercato discografico, nonché i clienti più esigenti. Il fatto di aver creato un album rivolto principalmente (ma non solo) ad adolescenti non è di certo un demerito, dunque, anzi, significa dover caricare l’album con brani che superino e resistano alla caducità solita delle canzoni, vista l’insaziabile fame di novità del mondo giovanile. Gemitaiz, come già detto, non punta al “disco d’oro”, ma, con tutti gli scongiuri del caso, questo disco parrebbe essere pronto a superare a pieni voti il “test” FIMI. Così, dopo l’ora abbondante di ascolto, soddisfatto, mi allontano dal salottino, canticchiando: “fammi un sorriso che ci instagrammo!”.


Potete pre-ordinare la vostra copia di “Kepler” di Gemitaiz e Madman da questo link.

About Tommaso Naccari

Sparati anche questo!

LowLow

Ascolta “Dogma 93″, il nuovo disco di Lowlow

“Dogma 93″, pubblicato da Sony Music, è il nuovo album di Lowlow, disponibile da ieri, …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>