shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

[Recensione] Mistaman – M-Theory

Copertina MistamanAutore: Mistaman
Titolo: M-Theory
Etichetta: Unlimited Struggle
Anno: 2014

Mistaman non è un artista ma uno scienziato”. Partiamo da questo assioma, caposaldo e incipit de La Scatola Nera, ripreso nell’intro di M-Theory, “101 Barre”.
Il buon Alessandro Gomiero è fondamentalmente un artista-scienziato perché, oltre a saper trasmettere qualcosa di positivo sia che egli si trovi in una cabina di registrazione che sopra un palco, mostra da sempre un’attenzione chirurgica nella scelta di ogni singola parola da inserire nel testo, affinché poi la parola stessa risulti in totale armonia, a livello di significato e di suono, con l’intero costrutto in cui viene posta. Tutto di Mista, a suo tempo, il merito di aver dato vita nel 2008 al palindromo “parlo col rap”, così come è tutto suo il merito di ripetere un’impresa simile ora con un’intera canzone, “Irr€v€r$ibil€”, il cui testo a metà si capovolge per ripartire, con un senso compiuto, dall’ultima alla prima barra, ottenendo alla fine della fiera un ribaltamento del significato iniziale del brano. Geniale ma a tal punto, però, che arrivi nella tua testa ad avere sempre l’aspettativa di un folle concentrato di originalità per ogni sua singola frase/rima; così, per esempio, dopo aver ascoltato il gioco di parole “scaricatore di porno/scaricatore di porto”, pensi “ma l’ha già fatto Fedez!”, etc. E’ uno scienziato, e finisci puntualmente per dare per scontata l’assoluta perfezione di tutto quello che esce dalla sua matita.
D’impatto la cover – realizzata dal solito amico Mecna – con lavagnetta e formule matematiche dietro al prof. Gomiero, a riprova del fatto che la Teoria M, del fisico Edward Witten, sia in grado di dare un perché all’intero universo. Non vi piace l’auto-paragone? Beh, io mi sento di dire che Mista sa spiegare benissimo quello che ci circonda, almeno sul piano sociale (“in provincia ci si veste per apparire, in città si eccede per non scomparire”); un po’ meno su quello politico, dove cade nella trappola del già-sentito nell’autotunnato singolo “Si Salvi Chi Può”.
E, a proposito, che dire del sound? Produttori come Shocca, Big Joe e Fid Mella, che da sempre confezionano con cura i prodotti Unlimited, sono una garanzia, ti danno una sicurezza, anche con qualche elemento extra hip hop, vedi le reggaeggianti “Il Giorno Che Ci Siamo Svegliati” e “A100” (un po’ “Parole pt. 2”); o anche quando si vuole rendere la base più minimal, come in “Codice Rosso”, episodio delicatissimo, con protagonisti Mistaman e Kiave che devono mantenere i nervi saldi se vogliono salvare il loro caro Hip Hop in fin di vita. Il colpevole dell’attentato? Non si sa, perché la canzone si chiude proprio quando sta per esserne svelato il nome. Ma gli indizi non mancano, specie se si fa caso ad una citazione ben evidente all’interno del testo.
Beatmaker già noti a parte, i veri jolly, si rivelano il trio di producers tutto italiano che si sta facendo conoscere negli States, i The Caesars, che firma “Lascia Stare” (con Mecna), dal ritmo incalzante e provocatorio; e il giovane Chebit, autore del beat di “↑↑↓↓←→←→ B A SELECT START”, rimando – manco a dirlo – al mondo dei videogames, metafora ideale per capire che nemmeno una combo magica di tasti ci aiuterà a scappare dalla realtà che viviamo (“tutti ‘sti sbatti e se sei bravo batti un record, ma se ti chiedi lo scopo del gioco e ci pensi troppo, rimani indietro”).
Nella gara al titolo più strambo, si candida anche “(x2+y2-1)3-x2y3=0”, il pezzo d’amore dove la matematica diventa un limite anche per un professore della sua caratura (“slegata dalla mia logica, le tue espressioni non so interpretarle”); di tutt’altra pasta e più irriverente, “Con Tutte Le Ragazze”, omaggiando Rocky Roberts.
Con Johnny Marsiglia ed E-Green, in “Ti Ammazzo”, non può non lasciare il segno, così come Mista sa già che un ritornello di Frank Siciliano e una manciata di barre del meno anziano Cali (ma tenetelo d’occhio!) in “Tu No” non possono lasciar a mani vuote il pubblico.
Così, se da un lato notiamo che tra collaborazioni e sound, seppur di lusso, non c’è stato alcun eclatante colpo di scena, dall’altro possiamo dire Gomiero ci regala un bel disco, solido, alla continua ricerca stilistica e aperto a diversi spunti di riflessione. Quantità e qualità, dunque, come sempre garantite.

About Giorgio Quadrani

Inseguito dal diritto di giorno, rincorro il rap di notte. Amo ascoltare gente che blatera al ritmo di una base musicale, indagare su tutto ciò di inutile intorno a me e fare discorsi col senno di poi.

Sparati anche questo!

NEW ATTITUDE

Rosa Chemical, Wing Klan, Pippo Sowlo e Voodoo Kid live a Milano

Questo giovedì 21 novembre al Santeria di Milano quattro delle migliori nuove realtà del panorama …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>