shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

L’hip hop italiano si impegna nel sociale e vola in Palestina per l’Hip Hop Smash The Walls

Palestina

Interessante iniziativa quella promossa da Assopace Palestina e resa nota in questi giorni. Questo movimento per la legalità, il diritto alla libertà e alla giustizia e per la fine dell’occupazione israeliana, ha infatti deciso di promuovere uno scambio culturale tutto improntato sull’hip hop. L’idea di Assopace Palestina è infatti quella di promuovere gli artisti palestinesi facendoli incontrare in uno scambio culturale unico con i loro corrispettivi italiani. Così writers, emcees e breakers italiani e palestinesi avranno modo di incontrarsi in uno scambio di esperienze e di spunti davvero particolare. Durante questo scambio verranno tra l’altro svolte numerose attività, come la realizzazione di coreografie per i breakers, la creazione di un disco promozionale da parte degli emcees, un jam finale per coronare quest’esperienza. Insomma un’iniziativa che pone al centro la cultura hip hop come modalità per superare le barriere culturali e per aprire al dialogo in territori che si trovano a vivere in un contesto socio-politico davvero complicato. Perciò Assopace Palestina ha pensato proprio all’hip hop per realizzare questo scambio culturale, nella convinzione che questo possa rappresentare un valido mezzo di denuncia sociale per esprimere ad esempio temi chiave come il rifiuto del razzismo, rappresentando un momento di sana competizione, nonché una possibilità di riscatto personale.
Gli artisti italiani che sono stati coinvolti da Assopace Palestina per far parte di questo scambio sono: Lucci, Don Diegoh, Coez, Kento per il rap, Gojo per i graffiti, Xedo, Chimp e Telemare per la breakdance. In Palestina avranno modo di confrontarsi con alcuni degli artisti chiave della scena locale, tra cui lo street artist Hamza Abu Ayyash, i rapper e beatmaker Anan Ksym e Rami GB, tra i primi MC palesinesi, e molti altri. Un progetto quindi particolare che mette al centro l’hip hop per lavorare nel sociale, puntando a valorizzare un contesto ricco di problematiche e cercando di far cadere gli stereotipi e le solite barriere culturali; proprio per questo il progetto si chiama simbolicamente “Hip Hop Smash The Wall”.

About Francesco Zendri

Insaziabile di musica e cibo, vere e proprie ragioni di vita, amo scrivere e vado matto per la criminologia.

Sparati anche questo!

hamilton_musical01

Hamilton, il musical rap da non perdere

Quante volte qualcuno ci ha detto che non gli piacciono i musical? Ogni volta mi è …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>