shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Una serata in compagnia della Machete Crew

Machete Matt Magandydi Matt Magandy
pic by Quantum Leap

13 settembre 2014. Dopo aver evoluto la concezione del mixtape in Italia, il Machete Mixtape Vol. 3 viene certificato Disco D’Oro. A questo traguardo hanno sicuramente contribuito videoclip sempre più ambiziosi, una serie di date storiche e svariati instores lungo tutto lo stivale. Noi di Matt Magandy, tramite interazioni via Twitter con alcuni dei Macheteros, abbiamo avuto l’occasione di incontrarli nel dietro le quinte di uno dei tanti firmacopie e a distanza di mesi ci siamo decisi a condividere la nostra esperienza. Quale occasione migliore?

26 settembre 2014. Il Machete Mixtape è uscito da pochissimo, l’aspettativa è alta, quindi decidiamo di comprare la copia fisica. Le produzioni originali curate dal meglio della scena elettronica/hiphop italiana, l’intera crew in stato di grazia e i featuring azzeccati ci convincono da subito ad ascoltarlo a ripetizione. Non possiamo assolutamente esimerci dal presentarci alla crew durante l’instore a Salerno, quindi stampiamo le nostre maschere di Gandhi per la foto-ricordo e andiamo all’appuntamento. Una volta sul posto, ci troviamo circondati da ragazzine urlanti, quindicenni con indumenti ricoperti di foglie di marijuana e vari cosplayer dei Dope DOD finchè, finalmente, arriva il nostro turno. Avevamo già avuto modo di conoscere sia En?gma che El Ratòn ad un concerto dei Machete Warriors pochi mesi prima. Il primo, nonostante le nostre maturità classiche, ci guarda con sufficienza mentre il buon Manuelito ci accoglie calorosamente e pare sinceramente divertito dal nostro intervento assieme a Nitro, in modalità Stevie Wonder con occhiali da sole ed espressione pressochè imperscrutabile. A questo punto ci sentiamo un po’ meno fuoriluogo ed anche un po’ fieri di aver spezzato la classica routine del firma-ridi-scatta.
Siamo sul punto di uscire quando El Ratòn richiama la nostra attenzione invitandoci all’appuntamento del giorno successivo a Nola (NA). Si sa, gli instores sono causa di stress per gli artisti, sottoposti a ritmi insostenibili, ed è proprio per questo che capiamo al volo l’esigenza di Manuelito: ci giriamo, c’è uno sguardo di intesa fulmineo tra noi e lui, mediato da un altro sorrisino di un Nitro sempre più giocondo. Avevamo un compito. Se la Machete chiama, Matt Magandy risponde e non ci ripensa manco per il cazzo.

ph by Big Bang Production

ph by Big Bang Production

27 settembre 2014. Siamo ufficialmente in missione per conto della Machete e partiamo alla volta di Nola carichi di speranza.
E pensare che fino a qualche anno fa i nostri artisti preferiti erano tutti morti a 27 anni o erano diventati ciccioni imbottiti di droga.
Una volta arrivati al Vulcano Buono, ci godiamo il live di presentazione di MM3 e nel frattempo attiriamo l’attenzione di Manuelito, che con il solito sguardo di intesa ci da appuntamento al post-show. Appena finito, i Macheteros si dirigono di fretta verso gli ascensori, scortati dalla sicurezza e inseguiti da un’orda di minions targati Obey, ma nonostante questo riusciamo incredibilmente a farci spazio, raggiungendo il resto della crew. Dopo secondi interminabili di ascensore seguiamo El Ratòn (intento a messaggiare con la Sony) e compagnia verso il camerino, mentre Nitro si diverte a citare nomi di personaggi fittizi (“Maurizio ConScasso” su tutti). Dopo aver attraversato un parcheggio nei sotterranei del centro commerciale, raggiungiamo la stanza ovale, dominata da un enorme tavolo da riunioni aziendali con cui noi abbiamo ben poco a che fare. Nitro (che oltre a Wilson e Phil De Payne è anche Nicolino, un simpatico coetaneo con forte accento veneto) ci invita ad accomodarci tra  En?gma, El Ratòn, Slait, Jack, Corrado Perria (uno dei registi del collettivo) e un uomo della security di mezz’età, che osserva la scena senza esprimersi.

“Jack si dichiara colpevole di aver confuso il braccio di una ragazzina per la manica di un giubbotto in pelliccia durante uno dei selfie di rito”

Ci mettiamo quindi ad ascoltare i commenti a caldo dei Macheteros, visibilmenti più rilassati dopo ore di firmacopie. En?gma, spensierato, omaggia Nola e la campania prima in una rivisitazione di “We Dem Boyz” all’urlo di “Nola, Nola” (“Hol’ up, hol’ up) e poi in un remake stile Gomorra di Cruditè: “La mia crew, deux fritures” (invece di “La mia crew, cruditè”). Segue il momento confessioni: Jack si dichiara colpevole di aver confuso il braccio di una ragazzina per la manica di un giubbotto in pelliccia durante uno dei selfie di rito. Per sua stessa ammissione, Smizy avrebbe anche detto “ah che bel pelo” prima di rendersi conto dell’ equivoco. Vincitore assoluto. Nel frattempo El Ratòn ed En?gma ci lasciano per andare a controllare i dati delle vendite del giorno, mentre il fumatore da vero Master of Ceremonies, si prende tutta la scena ed intrattiene gli ospiti facendo giochi di parole e testando l’efficacia di nuove rime, per poi cominciare a ragionare con Nitro su varie assonanze, tra cui “floreale/flow reale”, giudicata da entrambi troppo banale per non essere già stata usata.* Tra una chiacchiera e l’altra, Smighidi comincia a parlare di “Ce l’ho” e si dice molto soddisfatto del beat di Charlie Charles, tanto da voler coinvolgere il giovane producer milanese in altri progetti, magari affiancandolo ad un altro beatmaker fortissimo, Low Kidd. Anche quest’ultimo è tra i produttori di MM3 con “Phil De Payne” di Nitro, un viaggio all’interno delle varie personalità del rapper, paragonabile a quello di Eminem in My Darling.. Ed è proprio Nitro che ci rivela di essere un fan di Eminem dagli esordi e ce lo dimostra rappando pezzi random del Marshal Mathers LP in riproduzione sull’iPhone e raccontando del concerto al Wembley Stadium di Londra al quale ha assistito insieme a Manuel pochi mesi prima. Tra una chiacchiera e l’altra s’è fatta ormai sera e Jack, memore delle vacanze estive in Cilento, suggerisce che è ora di cena chiedendoci informazioni sui locali caratteristici della zona… colti di sorpresa ci viene in soccorso la guardia giurata che, muta fino a quel momento, estrae dal cilindro diversi ristoranti come solo un vero tripadvisor sa fare, risolvendo la questione. Saremmo restati volentieri qualche altro minuto ma per i guerrieri è ora di andare: il calendario è pieno di impegni e il tempo per rilassarsi limitato. Salutiamo tutta la crew ringraziando per l’opportunità e lasciamo l’ufficio ovale soddisfatti del curioso summit. Alla prossima!

*interessante scoprire che in “Vendetta” – uno dei singoli di Status – Marracash scrive “tu butta petali di rosa/perché ho un flow reale/purple weed, orange G/tema floreale”.

Segui Matt Magandy su Twitter: @MattMagandy

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

LowLow

Ascolta “Dogma 93″, il nuovo disco di Lowlow

“Dogma 93″, pubblicato da Sony Music, è il nuovo album di Lowlow, disponibile da ieri, …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>