shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Guè Pequeno: “abbiamo avvicinato l’hip hop alla gente di strada, non solo agli alternativi”

Guè pequeno


Ieri sera Guè Pequeno è stato ospite della televisione svizzera dove si è concesso per un’intervista dove ha raccontato il suo pensiero sull’hip hop italiano e sul ruolo importante suo e dei Club Dogo:

Siamo stati i primi a parlare di determinati argomenti e usare certe basi, avere un determinato stile nel vestire con un look che mischiava il giovane di strada milanese, che è il tamarro, con le Air Max e il jeans stretto. Questo ha permesso, quando siamo usciti nel 2004, di far avvicinare anche tutti gli “zarri” e la gente di strada all’hip hop italiano non solo i nerd e gli alternativi.”

Il rapper milanese ci tiene anche a dire che le sue influenze più grandi sono state quelle di The Notorious B.I.G., Jay-Z e Nas, capaci di parlare di strada, come se le canzoni fossero dei film, con una proprietà di linguaggio notevole e usando anche delle figure poetiche.

L’Italia invece secondo Guè Pequeno ha subito il contesto in cui è arrivato l’hip hop, facendo confusione rispetto ad altri paesi europei:

“Credo che un errore storico dell’hip hop italiano sia stato quello di essere nato passando attraverso le posse e i centri sociali quindi di essere erroneamente accumunato ad un fenomeno alternativo. Da qui deriva il fatto del rapper anni 90 da centro sociale che deve essere un po’ un barbone, quando in realtà è tutto il contrario in Francia e Germania. Lo stile è una cosa che fa parte dell’hip hop, questa è una cosa che è rientrata nella nostra poetica perchè siamo stati i primi a parlare di denaro dicendo che noi volevamo i soldi. Mentre i rapper italiani dicevano “io non mi vendo, io non lo faccio per denaro, lo faccio per l’hip hop”, ma l’hip hop è fatto per fare soldi, quindi sbagliavano.”

Altra chicca interessante dell’intervista di CultTV è l’estratto di una registrazione, presso gli studi milanesi di Best Sound, di una strofa inedita che a detta di Guè Pequeno, dovrebbe essere un featuring per un noto collega.
E se la strofa inizia con “Vedi Guè e poi muori come Napoli”, non può che farci immaginare che le rime registrate dal rapper dei Club Dogo facciano parte di un brano che sarà contenuto nel nuovo album di Clementino in uscita a fine aprile.

Trovate il video dell’intervista completa qui, inoltre vi ricordiamo che domani, 24 marzo uscirà il nuovo video dei Club Dogo con Cris Cab, “Start It Over”.

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

earthgang-concerto-milano-2019-foto

Stasera ci vediamo in Santeria per il concerto degli Earthgang, from Atlanta!

BIP BIP BIP… E’ lunedì. Archiviamo la Fashion Week, gli ospiti internazionali, il Derby e… …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>