shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

[Recensione] Francesco Paura – Darkswing

Francesco_Paura_DarkswingAutore: Francesco Paura
Titolo: Darkswing
Etichetta: Full Heads
Anno: 2015

Con Darkswing Francesco Paura ci mostra il suo lato più cupo e riflessivo. L’album è un viaggio notturno, accurato ed attento, che ad ogni traccia si arricchisce di dettagli e di particolari. Il mood di ogni strumentale è centrale per creare un filo conduttore coerente tra le varie narrazioni che si rincorrono dal primo fino all’ultimo brano. Il suono è profondamente attuale: lo si vede nei dettagli dei suoni adoperati e nel modo in cui si è realizzata una commistione di elementi per lo più suonati, dai synth insistenti, alle chitarre distorte che disegnano riff ipnotici in diversi pezzi. La ritmica tuttavia è tipicamente boom-bap, con bassi profondi e scuri e batterie sincopate, che in base agli episodi accelerano o rallentano, permettendo a Francesco Paura di dispensare tutto il suo flow e il suo repertorio metrico.
Già dalla definizione del suono notiamo come Darkswing viaggi a cavallo tra passato e presente, unendo influenze dovute alla maturazione e all’evoluzione del percorso di Francesco Paura con richiami continui alle radici in cui affonda il suo rap. Così accade anche per le varie collaborazioni: alcune vedono coinvolti vecchi amici come Danno; altre offrono spazio a persone che hanno condiviso con Francesco Paura parte del suo percorso artistico, come Clementino; altre ancora inaugurano rapporti con artisti relativamente nuovi, come E-Green, che però hanno nel loro stile una matrice che li lega profondamente all’attitudine da cui per Paura tutto è iniziato.
Il rapporto tra presente e passato ricorre poi anche nei temi del disco. Un racconto che si articola in varie fasi. Dapprima Francesco Paura ci racconta il presente in modo amaro, con riflessioni corrosive sui nostri tempi che si rincorrono: dalla politica degradata degli interessi di pochi, alla sua Napoli come città di frontiera; dalle droghe che imperanti governano le vite di sempre più persone, al rap che diventa moda e che viene svenduto nel mercato della musica da consumare in fretta. Poi si sofferma su alcuni ricordi del passato: narra storie di amicizie finite, di quando approcciò all’Hip Hop prima con il writing e poi con il rap, dando spunti e insegnamenti da cui è partita tutta una scena, quella di Napoli, che ora sembra quasi essersi dimenticata del suo ruolo. C’è quindi nostalgia per quei tempi, una nostalgia contagiosa che non dà pace e che riporta a galla tempi ormai andati riaprendo qualche ferita ancora dolente. Infine Francesco Paura identifica il suo antidoto nel rap e dedica un tributo a tutti coloro che lo hanno supportato nel tempo con il brano conclusivo del disco “Il Motivo”. Proprio per questo ci racconta di come sia necessario lottare, per restare vivi ma sopratutto per esprimere ancora le proprie idee. Ed ecco quindi che in Darkswing troviamo anche brani in cui l’emcee partenopeo mette in mostra tutto il suo stile e ci mette in guardia dal darlo per vinto. Citando Neffa sottolinea con puntiglio come lui non abbia mai lasciato questa cosa chiamata Hip Hop e poi rilancia dicendo di non essere per niente pronto ad abbandonare la scena. Si ricollegano a questo tema i vari brani che nel disco appaiono più autocelebrativi; quelli in cui Francesco Paura mette i puntini sulle “i” e dimostra come il rap sia una cosa che ancora gli riesce bene. Il concetto di non mollare dà vita pure agli episodi più positivi del disco, come “Amore”: un brano in cui troviamo tante storie di gente comune che lotta ogni giorno tra mille difficoltà. Un monito di speranza e positività con cui guardare al futuro.
Darkswing è quindi un disco ricco di contenuti, significati, riflessioni, sfumature, flow e stili. Francesco Paura vi ha racchiuso dentro quello che lui è diventato nel tempo, maturando e crescendo. La cura quasi maniacale, a tratti stucchevole, posta in ogni dettaglio, soppesando parole, suoni e versi cantati, ci mostra l’importanza che ha avuto per lui questo album. Darkswing alla fine suona come un riassunto, coerente e maturo, del suo percorso, musicale e di vita. Un racconto dedicato e rivolto a quello che lo attenderà nel prossimo futuro, tra l’affetto della moglie e la nascita di suo figlio. Elementi centrali in una riflessione personale, che mostrano ancora una volta come si possa restare artisticamente fedeli a sé stessi in un percorso di crescita; innovando la propria musica attraverso le influenze degli eventi e degli spunti della propria vita, non forzatamente, ma integrandoli con intelligenza e voglia di mettersi in gioco, con quello che si è già, in una continua sfida, prima di tutto con sé stessi.

About Francesco Zendri

Insaziabile di musica e cibo, vere e proprie ragioni di vita, amo scrivere e vado matto per la criminologia.

Sparati anche questo!

NEW ATTITUDE

Rosa Chemical, Wing Klan, Pippo Sowlo e Voodoo Kid live a Milano

Questo giovedì 21 novembre al Santeria di Milano quattro delle migliori nuove realtà del panorama …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>