shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Il rap è diventato LOL?

Negli ultimi anni nessuno è stato più bravo di Guè Pequeno ad analizzare e comprendere i trend dell’ambiente musicale; per questo motivo il nuovo singolo “Squalo” deve far riflettere sulla piega che ha preso la scena rap italiana ed internazionale.

11295601_10152888093673015_150107182061550763_n

Uno dei meme che Guè Pequeno ha utilizzato per promuovere il suo nuovo singolo.

Il brano, rappato con la griglia in bocca marcando i difetti di pronuncia che ne conseguono si muove sulla sottile linea fra il serio ed il faceto; è una mossa calcolatissima, la classica provocazione che ha caratterizzato gli ultimi anni di carriera dei Club Dogo, ed i risultati gli stanno dando ancora una volta ragione.
Il rap sta continuando (giustamente) a mutare ed aggiornarsi nei linguaggi e negli stili e lo sta facendo, grazie ad internet, sempre più velocemente.
Basti pensare che quando è uscita la “Cioccolata” di Maruego è stata accolta inizialmente come una provocazione tipicamente LOL, per poi diventare una hit ed ora Maruego è considerato come uno degli emergenti più interessanti, in forze alla Carosello, e non a caso uno dei possibili nomi fra i feat sul nuovo album di Guè.
Ma non è solo un fenomeno italiano: O.T. Genasis ha fatto sghignazzare il web, mentre piano piano la sua Coco conquistava i dj set dei club ed ormai si è affermata fra i successi del 2015, con la “spinta” di un certo Busta Rhymes.

Busta Rhymes abbraccia il suo "protetto" O.T Genasis.

Qualcuno ha la Coco? Busta Rhymes ed il suo “protetto” O.T. Genasis.

Un caso, quello del LOL rap, che ha preso piede online fino ad istituzionalizzarsi creando fenomeni dilaganti come quello dei Sad Boys di Yung Lean, che suonano a festival importantissimi e sono considerati degli artisti a tutti gli effetti.
10 anni fa“, sempre per citare i Dogo, sarebbe stato tutto impensabile; la credibilità, lo struggle, una biografia difficile erano fondamentali per farsi largo nella scena.
Nessuno si sognava di ridere dei propri beniamini: Nas, Mobb Deep, Gang Starr, Tupac erano gente seria, non facevano le battute, guai ad offenderli, ogni loro brano e vicissitudine era intrisa di drammi su cui poi si ricamavano storie infinite al parchetto.
Forse, ai tempi, anche troppo.

Negli anni '90 non rideva nessuno. Nella foto i Gang Starr

Negli anni ’90 non rideva nessuno. Nella foto i Gang Starr

Di conseguenza il LOL si è insediato ovunque anche nel freestyle: gli ultimi due campioni della disciplina sono Shade e Fred De Palma. Il primo ha una preparazione da attore comico e recentemente ha fatto una serie web, chiamata “Shaday“, dove all’interno c’è una rubrica basata sulla candid camera. Fred De Palma invece ha dominato il web nelle ultime settimane facendo le ordinazioni dal McDonalds (o al sushi) utilizzando il rap (anche questo un fenomeno internazionale, già ripetuto molte volte); entrambi sono campioni di “punchline”, ovvero la battuta comica fatta in freestyle ed hanno vinto numerose battle facendo più ridere degli avversari.

Ma quant'è dimagrito Gucci Mane?  Ah no è Young Thug

Ma quant’è dimagrito Gucci Mane? Ah no è Young Thug

Anche le nuove leve americane puntano moltissimo sulla comicità; l’ultimo “fenomeno” è Young Thug. In questi giorni il web ride del fatto che si è fatto tatuare un cono gelato in faccia come il suo mentore Gucci Mane (o forse era solo un trasferello LMAO) ed ha cambiato il titolo del suo album da “Carter 6″ in “Barter 6″, dopo un piccolo litigio con Lil’ Wayne.
I rapper sono diventati dei meme (quanti ce ne sono del pur serissimo Kanye?) che vengono sbeffeggiati ed idolatrati (in egual misura) ogni giorno online.
E’ un fenomeno sotto gli occhi di tutti, che è diventata la norma ormai; ma se pensiamo ad altri generi non è affatto così.
Proprio in questi giorni Noisey ci ha raccontato di quanto il Metal sia vivo e vegeto; nonostante sia un genere pieno di cliché e che offre tantissimi spunti per essere messo in ridicolo, nessuno si sogna di ridere dei Metallica o dei Sepultura.
I festival metal sono sempre pieni ed il genere è quanto mai vivo e reattivo.

Il gruppo metal Lordi. Non c'è niente da ridere.

Il gruppo metal Lordi. Non c’è niente da ridere.

C’è da dire, però, che nel metal non c’è mai stata la componente autoironica, mentre nel rap si; il primo a portarlo alla ribalta è stato il rapper di origine inglese Slick Rick che alla fine degli anni ’80 utilizzò molto il mezzo comico per farsi largo nella scena.
Ironicamente viene proprio dall’Inghilterra la corrente che in qualche modo si oppone al LOL rap; si chiama Grime e Skepta è il primo rapper Uk a farsi un vero e proprio nome negli USA dai tempi di Slick Rick.

Slick Rick: LOL da prima che esistesse il LOL.

Slick Rick: LOL da prima che esistesse il LOL.

La sua Shutdown è un successo da tutte e due le parti dell’Atlantico anche grazie al supporto di Kanye West: detto questo, il grime è solo una piccolo movimento, un sottogenere che a livello mondiale smuove ancora ben poco. Nel bene o nel male il rap si sta trasformando; Guè l’ha capito e sta adattando il suo linguaggio nella forma al 2015, anche se il contenuto del suo pezzo non è LOL e, comunque, lui non ha mai basato il suo successo sul “far ridere”.

Skepta. Il grime è una cosa seria.

Skepta. Il grime è una cosa seria.

Quindi il rap è diventato tutto LOL? Ovviamente no, ma alcuni elementi che erano considerati ridicoli ora sono stati assorbiti all’interno del genere ed ora sono “accettati” dalla gran parte della scena: parole, metriche, concetti che solo qualche anno fa non ci saremmo mai sognati di sentire. E’ davvero cambiato tutto e ci troviamo davanti ad una realtà completamente nuova; ovviamente il rap “serio” rimane (ora chiamato hardcore, perché underground potrebbe riferirsi a fenomeni nuovi non ancora scoperti dalla massa), ma è sempre più relegato ad una nicchia. E quando scomparirà, forse, ci sarà poco da ridere.

About Oliver Dawson

Conduttore di Hip-Hopera sull'ormai defunta Hitchannel, autore di The Flow, ho collaborato con Groove Magazine e Beat Mag: seguo da vicino il rap italiano da più di 10 anni e mi piace ancora tanto.

Sparati anche questo!

sfera foto

Una nuova data per il tour di Sfera Ebbasta

Dopo il grande successo dell’uscita del suo ultimo album “Rockstar”, già certificato quadruplo platino dalla …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>