shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

[Recensione] Fratelli Quintale – Tra Il Bar E La Favola

trailbarelafavola-coverAutore: Fratelli Quintale
Titolo: Tra Il Bar E La Favola
Etichetta: Carosello/Undamento
Anno: 2015

Premessa: sono un grande fan di Drake, e quindi il mio parere è il parere di una persona cui piace Drake, che se lo ascolta soprattutto in macchina, cantandolo, pure. Mi piace anche il rap hardcore, ovviamente, soprattutto quello vecchio, su cassetta o vinile, marcissimo; ma le due cose a mio parere non si escludono, anzi. Questo per dire che per me è normale che ci sia una roba che sia “rap + cantato”, l’importante è che sia fatto bene, ancor meglio se fatto benissimo. Quello dei Fratelli Quintale sta tra il “fatto bene” e il “fatto benissimo”, e non è una cosa da poco.

Altra premessa: uno dei dischi rap italiano che più mi è piaciuto negli ultimi anni è Non Erano Fiori di Coez, che tutto è tranne che un disco rap, essendo piuttosto un disco cantato fatto da un rapper – molto forte –, arricchito dall’ottima produzione artistica di Riccardo Sinigallia (per chi non lo conoscesse: è quello che canta il ritornello di “Quelli Che Benpensano” di Frankie Hi-Nrg, e oltre a questo grande cantautore e produttore).

Questo Tra Il Bar e La Favola, terzo album dei bresciani Fratelli Quintale, ricorda alla lontana appunto Non Erano Fiori di Coez, perlomeno nell’attitudine generale. L’idea di fondo è simile: mescolare l’hip hop a varie sonorità – elettronica, funk e dance – in una dimensione tipicamente da canzone pop, con bridge, ritornelli e via dicendo. E se il risultato finale è piuttosto diverso – in questo qui dei Fratelli Quintale c’è molto più rap, ad esempio – mi verrebbe comunque da dire che i due dischi sono in un qualche modo parenti, vuoi perché entrambi escono per la stessa etichetta, Carosello Records, vuoi perché – ipotizzo – i tre hanno già collaborato in passato e magari si sono influenzati a vicenda.

Anche qui la figura del produttore artistico è tutt’altro che marginale. Bosca infatti ha fatto davvero un ottimo lavoro, confermando ancora una volta il suo talento e la sua visione, spesso ingiustamente sottovalutati. I beat del disco se li sono divisi lui e Ceri, dando vita ad un suono decisamente fresco sia negli arrangiamenti che nel sound, spesso arricchito dall’utilizzo di strumentisti di livello (in un brano giusto per citare un nome partecipa Patrick dei Casino Royale).

Ovviamente però il grosso del lavoro lo fanno i padroni di casa, Mario e Frah, che hanno intrapreso questa svolta più pop e si dimostrano decisamente a loro agio. Il loro è un rap non particolarmente tecnico o virtuoso ma sempre preciso e focalizzato sulla comunicabilità, con liriche che trattano delle tematiche più disparate affrontate in maniera molto intelligente; i due poi si alternano alla grande sul mic, perché dotati di due timbri di voce complementari, un punto a loro favore. La cosa che però più mi ha colpito sono i ritornelli: si vede che c’è stato un grosso lavoro dietro. I brani sono infatti tutti molto cantabili, e i ritornelli in particolare sono dannatamente efficaci, in uno stile mezzo-cantato piuttosto innovativo e sicuramente molto funzionale dal vivo.

Il disco è omogeneo ma molto vario, e strutturato con accuratezza. Non ci sono cadute di tono e ogni brano è più o meno un potenziale singolo, benché alcuni episodi siano meno riusciti. Se dovessi citare tre pezzi per invogliare qualcuno ad ascoltare i nuovi Fratelli Quintale direi senza dubbio “Semplice”, il primo singolo, che è un po’ il manifesto del disco; “Stesso Sangue” con strofe di Mario e ritornello potentissimo di Frah, su un beat di Bosca che improvvisamente decolla; e “Lexotan”, la traccia finale, anche qui con un gran ritornello. Notevoli anche “Monnalisa”, un brano semi-house molto divertente e “Pussy”. Insomma, un lavoro decisamente riuscito, e che apre spiragli per un’ulteriore evoluzione. Bravi Fratelli Quintale.

(Filippo Papetti)

About RapBurger

www.rapburger.com è il magazine dove potrai saziare la tua fame di rap.

Sparati anche questo!

NEW ATTITUDE

Rosa Chemical, Wing Klan, Pippo Sowlo e Voodoo Kid live a Milano

Questo giovedì 21 novembre al Santeria di Milano quattro delle migliori nuove realtà del panorama …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>