shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

REPORTAGE: Il concerto dei Public Enemy a Milano

Public Enemyfoto di luca92photo

“Sono appena diventato nonno per la sesta volta”, esordisce così il 56enne Flavor Flav appena salito sul palco, dopo che la prima parte dello show l’ha fatta il suo socio di sempre, Chuck D. Nonno si, ma con ancora un’energia pazzesca che nel corso delle due ore di concerto lo portano a saltare a gambe divaricate sul palco, suonare la batteria e lanciarsi in un buon
numero di “yeaaaah bwoy” come solo lui sa fare.
Chuck D non è da meno, rappa come un ragazzino e mentre lancia il microfono per aria fa quasi tenerezza; i valori che hanno fatto diventare i Public Enemy il gruppo hip hop più importante della storia sono ancora intatti, l’energia e la voglia di divertirsi sono ancora lì proprio come quasi 30 anni fa, ormai.

Questa voglia di divertirsi è quello che fa la differenza, perché a primo acchito potrebbe sembrare di essere di fronte ad un baraccone in giro dagli anni ’80; i personaggi a lato delle casse con le magliette coordinate, i “ballerini” che alzano il braccio su “Fight The Power” ed il look di alcuni dei musicisti che sembrano personaggi secondari di una puntata di Magnum P.I, non brillano certo per modernità, sono lo specchio di un’epoca che fu, prima dei fuochi d’artificio, dei visual e dei laser show. Ci si potrebbe confondere con una di quelle reunion tour di un gruppo metal anni ’80 dove si sente la puzza di naftalina dai vestiti, con la differenza che i PE non si sono mai realmente fermati e che sembra tutto così genuino che è difficile fargliene una colpa.

Una foto pubblicata da ROYALE (@royaleklan) in data:

Egreen, nonostante caldo, si lancia in un set energetico che fa muovere la testa anche ai fan un po’ “vintage” dei Magnolia di Milano; l’esibizione è stata annunciata all’ultimo, ma l’emozione non tradisce il rapper di Bogotà nel giorno, forse, più importante della sua carriera.

 

Dopo un breve soundcheck fatto all’ultimo salgono i Public Enemy ed il suono è devastante: Dj Lord ai piatti, mischia i beat della Bomb Squad con quelli di un batterista live (30 anni dopo è arrivata la moda anche in Italia) ed il risultato è devastante. Le batterie sono giganti e smuovono fino all’ultima fila, mettendo a dura prova l’impianto del Magnolia; parte Chuck D da solo, ma solo quando sale Flavor Flav viene fuori il vero sound dei Public Enemy. Flav non rappa quasi più, ma è una molla sul palco e quei suoi contrappunti rendono ancora fresco il flow granitico di Chuck.

 

Un video pubblicato da DjLORD (@djlord) in data:

 

Le hit ci sono tutte: Bring The Noise, Fight The Power, Don’t Believe The Hype, una carrellata devastante con un’energia quasi più da gruppo rock che da concerto hip hop a cui siamo abituati negli ultimi anni.
Nella pausa Dj Lord, che nel 1999 ha sostituito Terminato X, fa la sua routine con i Nirvana ed i White Stripes, esaltando la folla con i suoi tricks. Poi sale sul palco Fame, un bboy di New York che improvvisa della breakdance sul palco mentre Flavor Flav suona alla batteria e Chuck D rappa e poi suona l’armonica: sembra tutto spontaneo, sembra che ci siano 3 ragazzini che hanno avuto la fortuna di avere 2000 persone di fronte e vogliono prendersi la soddisfazione di cazzeggiare un po’. La band si ricompone e “Harder Than You Think” chiude in modo epico un live davvero appassionato ed appassionante.
“We had fun tonight, Milan” dice Flavor Flav prima di fare un sermone antirazzista, che dimostra solo quanto certi valori sono ancora importanti per i Public Enemy. Non è solo musica è un messaggio.
E si ci siamo divertiti anche noi, bwoy!

Una foto pubblicata da Luca Dondossola (@luca92photo) in data:

About Oliver Dawson

Conduttore di Hip-Hopera sull'ormai defunta Hitchannel, autore di The Flow, ho collaborato con Groove Magazine e Beat Mag: seguo da vicino il rap italiano da più di 10 anni e mi piace ancora tanto.

Sparati anche questo!

Egreen Ho Sbagliato

Ascolta “Ho Sbagliato”, la prima traccia di Egreen per Sony

Ieri è uscito in digitale “Ho sbagliato”, il nuovo singolo di Egreen che sancisce l’inizio …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>