shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

[Recensione] Anderson .Paak – Malibu

Anderson-Park-Malibu-Cover-Billboard-650x650Artista: Anderson .Paak
Titolo: Malibu
Etichetta: Steel Wool/OBE/Art Club
Anno: 2016

Qui in redazione amiamo moltissimo Anderson .Paak. Il motivo? A dire il vero di motivi ce ne sono anche troppi. E’ proprio l’insieme di questi “ingredienti” che lo rendono incredibilmente magnetico: Ha una voce unica, calda e divertente, ha un sound ricercato e mai banale, ha quell’alone di mistero che fa bene all’immagine di alcuni artisti, e i testi fanno riflettere. Che cosa si può volere di più?

Relegare Brandon Paak Anderson in uno specifico genere musicale sarebbe riduttivo. A 29 anni l’artista di Oxnard ne ha viste talmente tante per poter parlare sempre delle stesse cose: sua madre era una contadina coreana col vizio del gioco, suo padre era arruolato in aeronautica ma finì in prigione per vari problemi con la legge. Ha fatto della musica il suo stile di vita: da ragazzo faceva da batterista per la parrocchia del paese, incominciò a produrre musica per conto suo da teenager alla ricerca di un sound suo e ha fatto da batterista a Haley Reinhart, una concorrente di American Idol.

Quello che molti non sanno è che questo non è il primo studio album di Anderson .Paak. Nel 2012, mentre era in tour con Reinhart, pubblicò O.B.E. Vol.1 sotto lo pseudonimo di Breezy Lovejoy. “O.B.E” sta per “Out of Body Experience”, esperienza extra-corporale. Effettivamente l’idea dell’ambiente che viene data attraverso i suoni presenti è proprio quella di un viaggio fuori dall’ordinario. Breezy Lovejoy è sperimentale, Anderson .Paak è invece molto più soul e colloquiale, e lo si nota già nell’album Venice (uscito a cavallo tra il 2014 e il 2015) album composto in collaborazione col produttore Lo_Def, e trascinato dalla hit “Drugs”. Poi come sapete, nell’agosto dell’anno scorso è comparso in 6 tracce di Compton di Dr. Dre.

Ed eccoci a Malibu. Anche questo album è stato intitolato in onore ad una delle spiagge più famose della California come il lavoro precedente, ma si tratta di un’opera molto più personale, in cui Brandon si racconta in un modo talmente familiare da sembrare un tuo amico di ritorno da un viaggio negli Stati Uniti. Nel suo stile si nota l’influenza di D’Angelo e Stevie Wonder, abbinata a racconti crudi come quelli che potete sentire da Tupac o qualsiasi altro rapper West Coast. Lo stile non è mai lo stesso: in “Without You”, pezzo in cui compare la rapper Rapsody sembra un rapper anni ’90, in “Am I Wrong” con ScHoolboy Q  sembra uscito dal funk degli anni ’70, “Put Me Thru” è riconducibile allo stile soul degli anni ’60, “Silicon Valley” è una bella ballata R’n'B, e “Your Prime” assomiglia molto allo stile attuale di K. Dot in TPAB. Non ci si annoia mai insomma. Oltre a Rapsody e ScHoolboy Q, sono presenti anche BJ The Chicago Kid in “The Waters”, The Game e Sonyae Elise in “Room In Here”, Talib Kweli e il Timan Family Choir in “The Dreamer” e il Free Nationals United Fellowship Choir in “Lite Weight”. Le produzioni invece sono opera sua e di DJ Khalil, Hi-TeK, Kaytranada, Madlib, 9th Wonder, e Chris Dave per citarne alcuni.

Anderson .Paak è un grande fan dei risultati ottenuti dopo aver lavorato sodo, e questo album ne è la prova. Non ha un target o una tematica che riduce la sua visione del mondo. Questo è un’album per tutti, anche se può sembrare non immediato a orecchie che non sono abituate a un certo tipo di musica. Da Venice l’evoluzione si nota soprattutto per la semplicità nel raccontare. Insomma, non conta quanto vai in alto, puoi sempre andare ancora più su e alzare l’asticella. Solo applausi.

About Fabio Baratella

Proveniente dalla provincia di Milano, sono un fan di Mortal Kombat, di Frank Miller, degli Sport Motoristici e del Giappone.

Sparati anche questo!

Sottosopra Madman Nayt Massimo Pericolo

Sottosopra Fest: Madman torna a casa; esordio per Massimo Pericolo e Nayt

Il Sottosopra Fest 2019, il festival rap più importante dell’estate, è partito alla grande con …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>