shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

“Nonostante Tutto” di Gemitaiz è Disco D’Oro in sole 2 settimane

Gemitaiz Disco D'Oro

Raggiungere quota 25.000 copie vendute in sole due settimane, vale a dire la soglia del ragguardevole Disco d’Oro, è un privilegio che in Italia è concesso a quattro gatti. Se escludiamo quei cinque-sei mostri sacri della musica leggera, uno sprint del genere verso l’ambito traguardo non è cosa da tutti. Non è cosa da tutti per gli artisti che rappresentano il pop tradizionale; figuriamoci per chi si affaccia sul mercato con un disco che, comunque la mettiamo, di tradizionale – rispetto a ciò che attiene al nostro paese – ha ben poco.

Lo sa bene Gemitaiz che ancora stenterà a credere di fronte alla notizia giunta, or ora, dalle sue parti: il suo freschissimo Nonostante Tutto è tra i primi album di questo 2016 ad essere riconosciuto come Disco d’Oro, successo certamente prefigurabile – sia da lui stesso che dalla sua etichetta Tanta Roba/Universal – ma forse inimmaginabile a distanza di pochi giorni dall’uscita. Insomma, nemmeno il tempo di riprendere fiato tra un instore e l’altro, che subito ti arriva la telefonata dall’etichetta per dirti che le cose stanno andando di gran lunga meglio del previsto.

Già, i famosi instore tanto detestati da chiunque miri a screditare un qualsiasi progetto, solo perché magari, grazie anche ad un nutrito calendario di firma-copie, quel progetto ha venduto più di tanti altri che a questo chiunque stanno più a cuore. Il problema rimane, quindi, far capire a questo malfidato ed ipotetico personaggio che di instore ce ne sono per tutti i palati e che, a parità di possibilità, c’è però qualcuno che la spunta sugli altri.

Quanto appena illustrato è accaduto a Gemitaiz, che ha fatto registrare un decollo, in termini di vendite, impensabile da due annetti abbondanti a questa parte per qualsiasi altro artista del suo stesso mondo musicale, quello del rap. La partenza a razzo di Nonostante Tutto non ha eguali, sia nel 2014, anno di sostanziale blackout per l’hip-hop in termini commerciali dopo l’esplosivo 2013, sia nel 2015, anno invece in cui sono usciti diversi decantati e, senza dubbio, massicci lavori, quali Status di Marracash, Vero di Guè Pequeno e Squallor di Fabri Fibra – seppur quest’ultimo accompagnato da un’insolita e rischiosa strategia promozionale.

Allora, l’episodio positivo di Gemitaiz è un caso sporadico nel panorama rap? La risposta è che, allo stato attuale delle cose, sembrerebbe proprio di sì. Un unico risultato oltre la media non può mettere, di certo, a tacere le voci di chi crede che il rap in Italia, a livello di sole vendite, non stia attraversando uno dei suoi momenti migliori. Però, può iniziare a far smuovere qualcosa, a far pensare che alcuni prestigiosi bersagli possano essere ancora rilevati dai radar degli artisti.

Qualche mese fa, in occasione dell’uscita di Quello che vi consiglio Vol. 6, ci siamo soffermati ad osservare più da vicino la figura di Gemitaiz, nel suo percorso mai uguale a sé stesso e sempre in continua evoluzione. Certo, gli errori o comunque i progetti riusciti solamente in parte, come il primo disco ufficiale, L’Unico Compromesso, non sono mancati in tutto questo iter. Ma, dal quadro complessivo, emergeva un dato reale e tangibile: il suo persistente vizio di rischiare e provare sentieri non ancora battuti.

Nonostante Tutto, a riprova della calorosa accoglienza ricevuta finora, è davvero un bel disco. Un lavoro ragionato, ma al tempo stesso sentito, caratterizzato da un sound fresco, coinvolgente e spesso folle. E da una scrittura completa, nella quale vanno a confluire gli effetti di una crescita sul piano personale.

Un altro punto a favore del disco è l’assenza di brani forzatamente mainstream, per tentare il fatidico salto in radio. Nonostante Tutto si presenta così come è, con brani sì orecchiabili ma al tempo stesso spontanei. Non troviamo neanche il cosiddetto brano per le radio (o meglio, la paraculata), che il più delle volte finisce per stonare col resto della tracklist e, come beffa finale, nemmeno per essere passato più di tanto dalle emittenti.

Malgrado ciò, oggi Gemitaiz non ha nemmeno avuto il tempo materiale di tirare fuori, dalla cassetta degli attrezzi, chiodi e martello per appendere al muro il suo primo Disco d’Oro da solista. Malgrado ciò, se ne sta di diritto tra i grossi nomi della scena, consapevole di avere le carte per giocarsela alla pari con tutti e, anzi, davanti a sé la concreta possibilità di far sì che, fra non molto, sia lui stesso a dettare le regole del gioco.

About Giorgio Quadrani

Inseguito dal diritto di giorno, rincorro il rap di notte. Amo ascoltare gente che blatera al ritmo di una base musicale, indagare su tutto ciò di inutile intorno a me e fare discorsi col senno di poi.

Sparati anche questo!

Mario martelo

Guarda “Mario Martello”, il nuovo video di Merio

Nuovo video per Merio. Si tratta di “Mario Martello”.La traccia del rapper bresciano è prodotta …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>