shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Ketama126 – Carne Cruda [RapBurger Exclusive]

KETAMA126
di
Giorgio Quadrani

Ketama è un giovane artista romano (classe ’92), che dal 2014 è entrato a far parte dell’etichetta Smuggler’s Bazaar, gestita tra l’altro anche da Chicoria. Lo abbiamo incontrato per conoscere meglio il suo mondo e quello della sua crew (126 Guasconi); e, soprattutto, che idea si sia fatto di questa ondata (o moda) trap che ha travolto di recente l’Italia, visto che anche Ketama stesso – da rapper e produttore – predilige un sound che sembra non poter fare a meno della 808.
Si è parlato di presente e di progetti futuri, sia solisti che in coppia con Sean della sua crew, con noi durante l’intervista. Si è parlato anche di stupefacenti, per capire qualcosa in più sul nesso tra trap e bevande viola.
Per l’occasione, ci presenta in esclusiva “Carne Cruda”, brano prodotto da Carl Brave, ascoltabile al termine della nostra chiacchierata.

RapBurger) Ciao Ketama, il pezzo che ci presenti è “Carne Cruda”, prodotta da Carl Brave. Ne approfittiamo per chiederti qualcosa sul pezzo e, naturalmente, su di te.
Ketama126)
Sì, “Carne Cruda” nasce dalla collaborazione con Carl dei Molto Peggio Crew, un amico oltre che uno dei rapper con cui ho iniziato a fare musica qualche anno fa. Insieme a lui, tra l’altro, sono anche stato a Milano, quando studiavamo ingegneria del suono, e dopdiché anche a Berlino. Ho iniziato a produrre quando avevo quindici anni con Reason; anzi, ancora prima quando andavo a casa di Drone, dove mi divertivo con la sua Korg Rossa che utilizzava per fare techno. Inizialmente, volevo fare drum ‘n’ bass, ma era troppo una rottura di cazzo (ride, ndr.), così mi sono dedicato all’hip-hop: prima qualche beat per i miei amici, poi mi sono messo a scrivere qualche strofa per divertimento e, visto che andavo subito a tempo, ho proseguito.

RapBurger) In qualche modo, diciamo che poi ti sei fatto adocchiare nell’anno in cui è arrivata da queste parti l’ondata trap. Il tuo disco Ketam City, pubblicato appunto lo scorso anno, ha dei momenti trap alternati però ad uno stile più classico, se penso per esempio a “04:20”.
Ketama126)
Il disco è abbastanza vario. “04:20” è un pezzo classico. La scelta non è, infatti, casuale perché volevo evitare che chi è abituato a ragionare a compartimenti stagni accostasse tutto il disco al genere trap. Però, se vai a vedere, il sound predominante è quello proprio della trap, se escludi “04:20”, appunto, poi “Hostes” che non è proprio classico ma una via di mezzo e, infine, “La Bocca della Verità” con un beat stile DJ Premier. Insomma, le tracce prodotte da Drone sono quelle più classiche. Tutte le restanti, invece, trap nel vero senso del beat, tutte 808 che parlano di cocaina e cotta. Cioè, se vogliamo andare all’origine di questa storia, in America non è vista così come la vediamo noi qui che pensiamo che sia sufficiente un beat con due suonetti, su cui dirci il cazzo che ti pare, per spacciarla poi come musica trap. Per i negri, in America, è cucinare la cocaina, per farla breve.

RapBurger) Non posso non pensare a O.T. Genasis con “Coco”…
Ketama126)
Esatto. Poi, non so se quella nel video fosse vera o meno. La presa in giro, però, è fondatissima. Cioè, il senso è proprio quello. In teoria, se non abusi di certe sostanze, non ti dovrebbe venire nemmeno in mente di metterti a fare la trap, che in fondo è una musica per drogati.

RapBurger) A questo punto, è inevitabile domandarti cosa ne pensi della Sprite e di tutta quella roba viola che circola nei video dei tuoi colleghi. È robetta, in confronto.
Ketama126)
Mah, della Sprite e della codeina penso che circolino droghe migliori in Italia (si ride, ndr.). La codeina che si bevono i rapper in Italia non ha un cazzo a che vedere con quella che si bevono i rapper negri in America. Innanzitutto, non ci mettono nemmeno la prometazina che, insieme alla codeina, ti fa l’effetto morfina, dunque l’effetto finale che cercano i negri. Il tutto mischiato alla Sprite, oppure se prendi i veri sciroppi, Hi-Tech o Actavis, già ci trovi dentro la metazina. Qui in Italia, c’è solo codeina. Per vedere gli effetti e stare fatto, ti dovresti bere una bottiglia da solo, con delle conseguenze per il tuo fisico che sarebbero molte più dannose di quelle derivanti dal consumo di un qualsiasi oppiaceo.

RapBurger) Eh, provo ad immaginare. Forse, qui da noi, è più Sprite che altro.
Ketama126)
Sì, qui a livello di effetti, siamo rimasti più a quelli derivanti dalle bevande gassate. Però, non c’è da scherzare sugli effetti sul fegato: in quel modo, ti bevi uno sciroppo più scrauso degli oppiacei. A ‘sto punto, se proprio ti piacciono gli sciroppi, ti compri l’Aricodil, stai fatto come con la ketamina e te lo vendono in qualsiasi farmacia (si ride, ndr.).

RapBurger) Voi come gruppo, 126, cosa cercate di offrire di diverso?
Ketama126)
Quel che posso dire è che io cerco di trasmettere una cosa originale e brillante, che sia innanzitutto mia. E, soprattutto, che abbia a che fare con qualcosa di reale. Non cerco di aggrapparmi alla moda del momento, del viola e così via. In Italia, ripeto, non c’è coscienza da parte della maggioranza degli ascoltatori: il pischello che si trova davanti il video con la Sprite e la codeina dell’italiano di turno non ha il background culturale per distinguere ciò che è vero da ciò che è una parruccata. Quello su cui stiamo lavorando, noi dei 126, è musica di matrice trap, perché rispetto all’hip-hop classico ci permette di spaziare e fantasticare di più. Insomma, siamo meno vincolati a dei paletti. Allo stesso modo, non vogliamo fare trap seguendo gli standard della trap (codeina, eccetera), ma quello che più ci appartiene.

RapBurger) Dunque, il 2016 è l’anno in cui farete il botto? Almeno così sembra di capire nella exclusive di oggi, “Carne Cruda”.
Ketama126)
Speramo, sì. Tra l’altro, quel pezzo – in realtà – è stato scritto tempo fa, anche se ho modificato qualcosa da poco. Cioè, ‘sta roba noi la facciamo dal 2010 (ride, ndr.)!

RapBurger) Per concludere la nostra chiacchierata, vi chiedo, approfittando della presenza anche di Sean, su cosa state lavorando e se mai uscirà un vostro progetto insieme, dopo il singolo “Non Mi Tocca”.
Ketama126 e Sean126)
Abbiamo già in cantiere, quindi in fase di ultimazione, un po’ di pezzi realizzati insieme, tra cui uno di cui stiamo girando il video. Saranno brani sulla scia di “Non Mi Tocca”, anche se un po’ più emotivi e meno frivoli. In realtà, non sappiamo ancora però se far uscire il disco di gruppo: probabilmente, faremo una cernita dei pezzi migliori, per poi andarle a inserire nei nostri progetti da solisti che, quasi al cento per cento, usciranno entro l’estate. Dopodiché, sarebbe bello fare un disco nostro o anche di gruppo con gli altri ragazzi della crew.

About Giorgio Quadrani

Inseguito dal diritto di giorno, rincorro il rap di notte. Amo ascoltare gente che blatera al ritmo di una base musicale, indagare su tutto ciò di inutile intorno a me e fare discorsi col senno di poi.

Sparati anche questo!

ER COSTA

Ascolta “Vangelo”, il nuovo singolo di Er Costa

Esce oggi “Vangelo” il nuovo singolo di Er Costa disponibile su tutte le piattaforme digitali. “Vangelo …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>