shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

La Storia Di Sean Anderson meglio conosciuto come Big Sean

Big Sean

Oggi vi parlerò di uno dei personaggi più versatili e talentuosi del panorama americano: Big Sean. È uno di quegli artisti che riesce a colpire una buona fetta di mercato, ma allo stesso tempo mantiene uno stile e una tecnica a cui pochi riescono ad arrivare.

Sono tanti gli artisti con cui ha lavorato: Mario, Royce da 5’9”, Dj Khaled, Kelly Rowland, Chris Brown, The Game, Tyga, Justin Bieber, Yo Gotti, Kevin McCall, Busta Rhymes, Lil Wayne, Nicki Minaj, Meek Mill, Skylar Grey, Ariana Grande, Jessie J, Drake, Fall Out Boy, The Dream, Juicy J, Naya Rivera, Miley Cyrus, Wiz Khalifa, Tinie Tempah, Pusha T, Rick Ross, Black Hippy, Travi$ Scott, Common, Dj Mustard, Calvin Harris, Logic, RL Grime, Eminem, Mike Will Made It, Rae Sremmurd, Earlly Mac, Maroon 5, Dej Loaf, G-Eazy, Jeremih, Gucci Mane, King Chip, P.Diddy, A$AP Ferg e Kanye West. Tutti questi artisti, diversissimi tra loro per genere, possono vantare una collaborazione con lui. Ma da dove sbuca? Qual è la sua storia? Noi siamo qui per raccontarvela.

Nato il 25 marzo del 1988 a Santa Monica (CA), Sean Michael Leonard Anderson si trasferì con la madre Myra a Detroit a soli 3 mesi di vita. Cresciuto con sua madre (che di professione fa la maestra) e la nonna nella parte ovest della capitale del Michigan, dopo aver finito il liceo smette di andare a scuola per ragioni economiche. Ha però la possibilità di farsi conoscere in radio, grazie a un programma radio della stazione che allora si chiamava WHTD (Acronimo di We’re Hot Detroit, ora invece si chiama WPZR, ovvero We’re PraiZe Radio) una radio sulle frequenze 102.7 che trasmette musica Urban, Hip Hop, Rap, Black e Gospel. Nel programma doveva sfidare altri MC in battaglie freestyle, e si è fatto notare per la sua grande abilità proprio in questa disciplina, oltre che essere diventato molto abile nella complicatissima arte dell’extrabeat.

Tra gli artisti che lo hanno ispirato ha nominato Kanye West, Eminem, Notorius B.I.G. e J Dilla. Nel 2005 proprio Kanye West si è recò nella radio sopracitata per un’intervista, e Sean si presentò in radio per fare del freestyle proprio di fronte al suo artista preferito. Kanye non voleva nemmeno ascoltarlo, bloccandolo nel corridoio della radio. Poi però si convinse a concedere a Sean un freestyle da 16 barre, freestyle che Yeezy apprezzò. Sean diede a Kanye un demo tape, e 2 anni dopo Kanye lo chiamò per firmare per la G.O.O.D. Music (che al tempo era la sua etichetta).

Nel 2007 pubblicò il suo primo mixtape: Finally Famous : The Mixtape. Il brano che trascinò questo lavoro fu “Getcha some” a cui seguì il video, con la regia del famosissimo Hype Williams. Pubblicherà altri 2 mixtape, nel 2009 UNKNOWBIGSEAN e nel 2010 BIG.

Il 2011, dopo essere comparso in album di altri artisti, è l’anno del suo primo studio album Finally Famous, prodotto interamente da lui, No I.D. e Kanye West. I singoli fatti uscire per questo lavoro sono “My Last” con Chris Brown, “Marvin & Chardonnay” con Kanye West e Roscoe Dash e infine “Dance (A$$)” con Nicki Minaj. L’album raggiunse risultati molto buoni: nella settimana di debutto arrivò alla posizione numero 3 della Billboard 200, e nella prima settimana furono vendute 87.000 copie. Nello stesso anno è stato arrestato a un concerto a Lewinston (NY) con l’accusa di molestie sessuali a una ragazza minorenne. L’artista e un membro della sua crew sono poi stati scagionati in 3° grado.

Nel 2012 è coinvolto in prima persona nel progetto G.O.O.D Music: Cruel Summer. Questo progetto vede la sua presenza e quella di artisti grossi come Kanye West, Jay Z, Pusha T, John Legend, 2chainz, Kid Cudi, Ghostface Killah e Jadakiss. E Big Sean compare in ben 4 brani: “Clique”, “Mercy.1”,”The One” e “Don’t Like.1”. Inutile raccontare del successo del progetto, del quale è previsto un secondo lavoro proprio quest’anno. Verso la fine del 2012 pubblica anche il suo mixtape Detroit con dentro artisti come J. Cole, Juicy J, King Chip, French Montana, Royce da 5’9″, Kendrick Lamar e Tyga.

Il 2013 è un anno particolare per il rapper di Detroit: finisce la relazione con la sua storica fidanzata Ashley Marie (con la quale era assieme dal liceo) e successivamente inizia a uscire con Naya Rivera, attrice con cui annuncerà il fidanzamento. Al di fuori della vita sentimentale, è l’anno anche di Hall Of Fame, la sua seconda fatica ufficiale che lo consacra uno dei personaggi più freschi del rap game americano. Un lavoro molto più personale che vede sempre le produzioni di No I.D. e Kanye West, e in aggiunta compaiono KeY Wane, Da Internz e Travi$ Scott. I singoli fatti uscire sono:  “Guap”, “Switch Up (ft. Common)”, “Beware (ft. Jhenè Aiko & Lil Wayne)”, “Fire” e “Ashley (ft. Miguel)”. Nell’ultima traccia citata Big Sean racconta appunto della relazione turbolenta che ebbe con la sua fidanzata storica.

Nel 2014 esce il singolo “You Don’t Know” (sempre contenuto in Hall of Fame) e pone fine alla storia con la Rivera, uscendo nel frattempo con Ariana Grande (per la quale aggiungerà dei vocal alla sua famosa hit “Problem”). Il 12 settembre annuncia il suo passaggio alla Roc Nation (l’etichetta di Jay Z) e pubblica 4 canzoni in un giorno solo: “IDFWU (ft. E-40)”, “Paradise”, “4th Quarter” e “Jit/Juke”.

Arriviamo quindi al 2015, anno in cui Anderson pubblica il suo 3° album ufficiale: Dark Sky Paradise. L’album comprende 2 delle hit pubblicate a settembre (“IDFWU” e “Paradise”) e debutta a febbraio alla posizione n.1 della Billboard 200, impresa riuscita per la prima volta. Verranno poi pubblicati i singoli “Blessings”,  “One Man Can Change The World” e “Play No Games”. Presenti in “DSP” ci sono Kanye West, Drake, Ariana Grande, Chris Brown, Ty Dolla $ign, Jhené Aiko, PARTYNEXTDOOR, Lil Wayne, John Legend e E-40. La produzione dei suoi pezzi passa tra le mani di Mike Will Made It, DJ Mustard, Vinylz, T-Minus e KeY Wane. Alla fine dell’anno, Pusha T, nominato nuovo presidente della G.O.O.D. Music, come primo atto da tale annuncia che il primo lavoro che verrà pubblicato nel 2016 sarà un altro lavoro di Big Sean, a dimostrazione che il ragazzo di Detroit è superproduttivo dal punto di vista musicale. Sfortunatamente le cose non vanno così bene dal punto di vista personale: suo nonna viene a mancare e la relazione con Ariana Grande giunge alla fine. E per ricapitolare l’incredibile mescolamento di queste emozioni contrastanti, il 31  dicembre scorso Big Sean ha pubblicato il singolo “What A Year” con Pharrell Williams e Detail.

Effettivamente Pusha T non diceva fesserie: il primo lavoro per G.O.O.D. Music del 2016 è TWENTY88, uscito il 1° di aprile di quest’anno. “TWENTY88” oltre a essere il titolo dell’album è anche il nome del joint project formato da Anderson e dalla voce talentuosa di Jhenè Aiko. Il progetto nasce dal buon rapporto costruito tra i due grazie a lavori precedenti, e il nome nasce fondamentalmente del fatto che entrambi gli artisti sono nati nel 1988, e che la storia raccontata nell’album è ambientata nel futuro (ovvero mille anni dopo il loro anno di nascita). In “TWENTY88” vengono raccontati gli alti e i bassi di una relazione fatta da conflitti, sesso, amore, ricordi e fantasie. I due artisti hanno pubblicato uno short-film da 15 minuti, “Out Of Love”, in cui interpretano una coppia di personaggi famosi in una dimensione misteriosa. L’unico singolo che hanno presentato è “Selfish”, l’album ha debuttato alla posizione n.5 della Billboard 200 e i due si sono esibiti al Jimmy Kimmel Show.

Anderson ha lavorato con un sacco di artisti di tutti i generi, risultando valido, nonostante sia sempre stato additato del fatto di essere a volte troppo commerciale. Il personaggio può piacere o no, ma di fronte a una versatilità e una produttività del genere c’è solo da mettere giù il cappello. Quest’estate aprirà anche la tranche europea dell’ANTI world tour di Rihanna, che farà tappa anche a San Siro il 13 luglio.

About Fabio Baratella

Proveniente dalla provincia di Milano, sono un fan di Mortal Kombat, di Frank Miller, degli Sport Motoristici e del Giappone.

Sparati anche questo!

Sottosopra Fest

Vinci un pass per le 7 date del Sottosopra Fest + Spotify Premium

Il Sottosopra Fest sta per iniziare ed in occasione del primo appuntamento che è fissato a martedì …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>