shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Tutti vogliono rifare “Roma – Bangkok”?

Roma Bangkok

Prendere qualcosa fatto da qualcun’altro e riproporlo alla propria maniera sta alle origini del rap, musica realizzata (almeno agli inizi) da non-musicisti e questa mentalità ha fatto la fortuna di questo genere.

Oltre al peso che hanno avuto certe figure, nel rap hanno parecchio rilievo anche le tendenze che ciclicamente si vengono a creare: il gangsta rap, il conscious rap, la trap, l’indie rap e chi più ne ha più ne metta. In Italia però, a livello mainstream, negli ultimi anni si è verificato un fenomeno molto curioso.

Facciamo un passo indietro, al 2012 verso quello che è stato un singolo chiave per il rap italiano anche se fino ad oggi nessuno gli ha dato la giusta importanza. Parlo di “Parole Di Ghiaccio” di Emis Killa, Disco di Platino, campione di views su YouTube e forse il primo brano di una certa rilevanza nel rap in Italia ad avvicinarsi al pop. Se pensiamo alle grandi hit precedenti al singolo contenuto nell’album L’Erba Cattiva, poche canzoni avevano un occhio di riguardo rivolto al pop italiano, la tendenza era più quella di ricalcare i passi del rap mainstream americano.


Emis Killa – Parole Di Ghiaccio

Dopo “Parole Di Ghiaccio” i ritornelli cantati dai rapper sono spuntati come funghi, Emis Killa aveva nel bene o nel male dettato un trend seguito praticamente da quasi tutti i rapper sotto major. I più maliziosi penseranno che sotto questa tendenza nata nel 2012, di cui tutt’ora possiamo ascoltarne gli affetti, ci sia lo zampino proprio delle major che con la formula “rap+ritornello pop=canzone di successo” hanno fatto bingo. “O’ Vient” di Clementino, “Rose Nere” di Guè Pequeno e “Nu Juorno Buono” di Rocco Hunt sono solo alcuni esempi di tutto questo, ora però sembra che un’altra canzone abbia preso il posto di “Parole Di Ghiaccio”.

Il 19 giugno dello scorso anno, usciva infatti “Roma – Bangkok” di Baby K con Giusy Ferreri, un successo pop nazionale con 114 milioni di visualizzazioni su YouTube, infiniti passaggi in radio e che proprio ieri si è aggiudicato il Disco di Diamante con 500mila copie vendute. Il brano prodotto dalla coppia Takagi e Mr. Ketra è un mix di altre canzoni che funzionavano un paio di estati fa, tipo “Lean On” e “El Perdon” come scritto in questo articolo di Noisey, ed il suo boom avrà certamente scosso in maniera positiva i discografici italiani: è arrivato il momento del reggaeton!


Baby K e Giusy Ferreri – Roma – Bangkok

Neanche a dirlo la storia si ripete, una canzone sfonda nel mercato italiano e via con il valzer di brani “ispirati”: batteria dancehall, ritornello canticchiato ed immancabile synth tamarro. “Sto Bene Così” di Rocco Hunt, “Me Gusta” di Jake La Furia, “Vorrei Ma Non Posto” di J-Ax e Fedez (anche se in chiave super nazionalpopolare), “Baciami” di Briga e per ultima “Cult” di Emis Killa sono canzoni pensate nell’ottica di ripetere gli ottimi risultati a livelli di vendite e di numeri di “Roma-Bangkok” con buona pace dell’originalità.

In realtà non si può neanche parlare di plagio o di copia visto che la maggior parte di queste canzoni sono state prodotte da Takagi e Ketra, ma quando nel giro di un mese escono 5 singoli per l’estate praticamente uguali al tormentone della scorsa estate, due domande uno se le fa.

Magari sono io ad aver preso un abbaglio, quindi ho pensato di postarvi tutti i pezzi in questione così che possiate farvi una vostra opinione. Davvero tutti vogliono rifare “Roma – Bangkok”? A voi il giudizio.

Rocco Hunt – Sto Bene Così

Jake La Furia – Me Gusta

J-Ax e Fedez – Vorrei Ma Non Posto

Briga – Baciami

Emis Killa – Cult

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

Future 2

Future: l’onestà del dolore che ha cambiato la trap

Nella scena musicale di oggi, in Italia e non, l’hip hop la fa ormai da …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>