shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Alieni sì, razzisti mai

Dark Polo Gang

La Dark Polo Gang ci sta simpatica, ma oggi un po’ meno del solito. Anzi, decisamente meno.

È inutile girarci intorno, perché bisogna essere molto precisi in questa circostanza. Ci riferiamo ovviamente a Tony Effe che, in una clip finita sulle Instagram Stories del suo compare Wayne, ha pensato bene di dare – sue testuali parole – del negro di merda a Bello Figo, rapper che conoscerete benissimo via YouTube.

La crew romana, all’indomani del fattaccio e in seguito alla pioggia di critiche ricevute dal pubblico e dagli addetti ai lavori, ne approfitta per giustificarsi di fronte alle telecamere appigliandosi alla propria natura goliardica e, soprattutto, al fatto di non aver riflettuto prima di agire.
Peccato che non si sia trattato solo di una frase buttata lì, ma di una frase buttata lì volutamente inserita in un video di un amico che poteva essere cestinato all’istante o salvato sull’iPhone per essere rivisto in solitaria per farsi una risata in un momento di tristezza (ammesso sempre che una cosa del genere possa far ridere qualcuno).

Peccato soprattutto che la spiacevole espressione abbia preceduto una mimica e dei versi dai toni ancora più gravi e penosi delle tre parole in sé, roba censurabile con un bollino rosso anche nel settore più becero di uno stadio. Figurarsi come un messaggio del genere potesse essere accolto in un contesto come quello della musica, del rap in particolare.

Va bene essere alieni, va bene snaturare un genere dal suo interno, alterandone la forma ed il contenuto; anzi, ben venga tutto questo. Altro conto però è snaturare una cultura che si riconosce proprio in certi valori, rovesciandone il significato. Anche per scherzo, sì.

Questo non è fare la morale a tutti i costi, né tantomeno una lezione di catechismo, perché il rap deve essere sopra le righe e, di certo, non siamo noi a doverlo spiegare. Tuttavia, ci sembra più che lecito e doveroso indicare quali siano quei paletti oltre ai quali si finisce inevitabilmente in offside.

Mannaggia davvero, perché alcuni loro atteggiamenti passati o episodi come quello del frame del bacio tra lo stesso Tony e Side (spiegato su Rolling Stone da loro in carne ed ossa) ci avevano fatto sperare in qualcosa di nuovo e in un’apertura a nuove idee, spesso mal digerite in ambito hip hop.

Non tutto quel che stato è comunque da cestinare, per carità, però sta di fatto che a ‘sto giro Tony & compari l’han fatta bella grossa e, come si direbbe da queste parti, sinceramente ci sono un po’ calati, senza sema.

About Giorgio Quadrani

Inseguito dal diritto di giorno, rincorro il rap di notte. Amo ascoltare gente che blatera al ritmo di una base musicale, indagare su tutto ciò di inutile intorno a me e fare discorsi col senno di poi.

Sparati anche questo!

47680928_1958839340836544_5809900087769300992_n

Ascolta MOMA, il nuovo disco di Blo/B e Gionni Gioielli

MOMA, questo è il nome del nuovo album firmato Blo/B e Gionni Gioielli che è …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>