shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Il racconto del concerto di Emis Killa all’Alcatraz di Milano

6

Microfono alla mano, racchiuso in un pugno ben saldo, e la voglia incontenibile di vedere i suoi fan rappare insieme a lui.
Sono questi i fattori principali con cui Emis Killa fa il suo ritorno, dopo tre lunghi anni, sul ring dell’Alcatraz di Milano, con la seconda tappa del Terza Stagione Tour.

Apre il concerto un video sullo sfondo: un insieme di linee colorate che unendosi formano il volto del rapper protagonista, il tutto accompagnato da una musica di sottofondo che ci prepara a quello che si rivelerà uno spettacolo unico.
Killa parte subito con “Dal Basso” e troviamo fin dall’inizio ad accompagnarlo Giso, con cui ha collaborato in “Vecchia Maniera”.
Si nota già dai primi minuti la sintonia tra i due rapper della Blocco Recordz, tanto che la loro affinità crea una musicalità che non può non invogliare a cantare.

3

Il concerto continua e sullo sfondo appaiono i video che seguono passo per passo ogni canzone. Questi hanno uno stile un po’ particolare con immagini disegnate perfettamente e curate in ogni dettaglio, a volte quasi angoscianti ma che rappresentano, però, esattamente i temi di ogni canzone passando quindi da sensazioni di frenesia ad attimi di tranquillità.

Inoltre parecchi special guest erano presenti alla serata. Tra questi troviamo Vegas Jones in “Gucci Benz”, Maruego che assieme a Emis Killa ha cantato “Buonanotte”, Coez, Jamil e MadMan.
Una grande scena è stata quella di Laioung che, non solo ha rappato sulle note di “Wooh” con la RRR Mob, ma ha anche sostituito Fabri Fibra in “Sopravvissuto”. Sul palco dell’Alcatraz in più è salito anche Jake la Furia per “Non è Facile” e qui più che un semplice legame tra colleghi si è potuto notare come lui e Killa siano ottimi amici.

8

Ed è a questo punto del concerto che Emis Killa ha iniziato ha sfogarsi anche con i fan: si è confidato come se stesse quasi fra un gruppo di amici, evitando quel rapporto cantante/ascoltatore che spesso si vede. Ha rivelato, ad un Alcatraz sold-out, il fatto che la notte precedente al concerto avesse avuto paura di trovarsi davanti ad una sala vuota. Cosa che suona strana detta da un grande rapper come lui, eppure vera.

Verso la fine del live Emis Killa si è rivolto ancora una volta al pubblico per far capire a loro un messaggio, ringraziandoli del loro supporto:

“io sono identico a voi”

7

4

9

1

(Marco Boni)

About RapBurger

www.rapburger.com è il magazine dove potrai saziare la tua fame di rap.

Sparati anche questo!

Lil Uzi Vert

La storia di Symere Woods, meglio noto come Lil Uzi Vert

Natt Lim, Getty Images Oggi vi raccontiamo la storia di uno dei personaggi che si …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>