shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Alien Army: “lasciate perdere i vincoli dettati dal mercato”

waamoz alien army

Il collettivo Alien Army è nato nel 1996 da un’idea di DJ Skizo e rappresenta la crew dei più grandi talenti che l’Italia abbia mai visto operare sui giradischi. In breve tempo il gruppo ha guadagnato il più alto numero di titoli nelle competizioni italiane di turntablism oltre a conseguire piazzamenti importanti a livello europeo e mondiale.
Tra il 2015 e il 2016 escono gli ultimi due LP: The Difference e Quattro e poi il collettivo ha dato vita quest’anno all’EP Goodmorning Worldwide in collaborazione con alcuni artisti, tra cui Inoki, Davide Shorty, Forelock e Moder.

Aveva qualche curiosità sul progetto e così abbiamo fatto qualche domanda agli Alien Army che ci hanno risposto così:

RapBurger) Negli ultimi 5 anni siete stati discograficamente molto attivi. A cosa è dovuta tutta questa mole di lavoro?

Alien Army) Innanzitutto grazie per la vostra attenzione ancora una volta ai nostri sforzi musicali, detto questo, sono le esigenze di creatività che ci danno la spinta a non fermarci e a condividere con i nostri supporter tutte le creazioni musicali che ci riesce di mettere in piedi. Non abbiamo dei freni, nè seguiamo una particolare procedura discografica, ci piace stupire e variare di tanto in tanto il nostro modo di comunicare. Essere inattivi non è mai stata una prerogativa del gruppo siamo sempre stati e saremo in pista con qualche progetto che sia una gara, un disco o un goal da realizzare o un suono nuovo da creare. Crediamo nella qualità prima di tutto ma anche nell’arrivare concreti.

L’EP Goodmorning Worldwide è nato in una sessione di 2 settimane ad Arona con gli artisti presenti nel disco. Come è stata questa esperienza?

L’esperienza è stata molto interessante e gratificante sotto tutti i punti di vista. Si è sperimentato partendo da un unico punto fermo: fare musica di qualità, una volta che il concetto era chiaro a tutti fare un disco è stato un gioco. Sono state giornate intense di suono e creazione dove ognuno dava un contributo importante musicalmente. Stare tutti assieme in una struttura e collaborare alla vecchia maniera dove cogli la musica quando è nell’aria ha dato risultati tangibili. Ringraziamo Waamoz che ha reso possibile questa condizione.

Come sono state scelte le collaborazioni?

Filippo Giorgi di SMC ci ha indirizzato su alcune proposte, il resto è venuto un po’ da sé un po’ per necessità su alcune tracce, tutto seguendo un flusso molto normale e casuale per non rompere l’idea di improvvisazione che era alla base del progetto. Volevamo arrivare freschi e senza troppi preparativi siamo entrati in studio facendo conto solo sulle nostre skills.

Le copertine dei vostri lavori sono sempre particoli e soprattutto non ci sono mai state le facce vostre i 20 anni di storia. Questa volta avete scelto un’aquila, perché?

Le nostre copertine comunicano sempre un qualcosa o uno stato emozionale, generalmente scegliamo la cover poi il titolo e poi gli artisti, strano a dirsi. In questo caso la cover, come in altri, è stata affidata a Francesco “Paura” Curci. L’aquila è un segno di forza, libertà e anche fierezza ed anche un invito a tutti i musicisti italiani a non aver paura a spiccare il volo e a lasciare perdere tutti i vincoli dettati dal mercato… roba triste che opprime il suono italiano.

Questo EP rappresenta il primo lavoro in cui la crew realizza l’intera produzione oltre allo scratch. Cosa è cambiato rispetto agli anni passati?

In generale noi abbiamo già collaborato su produzione e soprattutto dal vivo con molte persone, in questo caso abbiamo voluto lanciare un messaggio di completezza musicale e sopratutto di maturità musicale. Ogni componente della nostra Crew ha competenze di studio infinite, perché dunque non mettere lo scratch all’interno della musica in generale ci siam chiesti, ed alla domanda pare la gente abbia risposto molto bene. Questa è una formula che penso seguiremo in futuro ,aspettatevi a breve delle scintille! Per ora godetevi il disco e il video che da il titolo Good Morning Worldwide feat Inoki.

Quali sono secondo voi i migliori 10 pezzi del rap italiano usciti quest’anno?

Più che darti titoli preferisco dirti degli artisti che mi hanno impressionato favorevolmente quest’anno come Crookers, Johnny Marsiglia con Shorty, Egreen, Vacca con Inoki, Willy Peyote, Fat Fat Corfunk.

Un saluti a tutti i Mostri sul giradischi la fuori. Keep it solid!

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

Salmo 90min

Ascolta “90MIN”, il nuovo ottimo singolo di Salmo

Salmo è tornato. E cambierà di nuovo le regole del gioco. Oggi, venerdì 21 settembre, esce …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>