shopclues offers today 2017

amazon coupons code india

clear trip coupon code promo

flipkart coupon code

globalnin.com

Rischio: Bologna è stata la Mecca ma da 10 anni si è spenta

Rischio 5tate of mind

Rischio aka Jimmy Spinelli è una figura importante nella scena rap bolognese e in generale in quella italiana. C’era ai tempi della golden age italiana e c’è ancora oggi con la musica e non solo. Rischio ha fatto uscire di recente “Per Soldi 9/15″, il primo di due EP e lo abbiamo intervistato per chiedergli del progetto, della sua linea di abbigliamento 5tate of Mind e di lui.

RapBurger) Sei un veterano della scena, dell’arte del rap, se dovessi chiederti di citare il tuo primo ricordo legato a questo mondo?

Rischio) Beh il primo in assoluto è un pò difficile, a parte le prime tag in giro. Uno di quelli che mi ricordo meglio: avrò avuto 15 anni, una jam in un paese vicino, quelle di una volta con i graffiti al pomeriggio, i breaker prima dei live, quella sera c’era il concerto dei Sangue Misto e al pomeriggio dal niente mi ritrovai a fumare con loro.

Sei un artista di provincia trapiantato a Bologna. Cosa sognavi quando eri ragazzino?

In provincia quando ero piccolo i ragazzi che seguivano la cultura hip hop erano delle mosche bianche. Era difficile seguire la propria passione e ogni cosa era una scoperta perché era difficile reperire informazioni, c’era qualche fanzine e niente più. Era difficile trovare nuova musica, c’erano pochissime serate che diventavano occasione per ritrovarsi con ragazzi che magari si facevano 100/200 km per piccoli eventi solo per sentire di far parte di un movimento alla cui base c’è l’esprimere te stesso con il tuo stile originale, che ti rappresentasse.

Cosa è stato e che cos’è Bologna per il rap italiano?

Bologna è stata la Mecca, era il posto dove le cose accadevano, posti come il Livello 57 con Zona Dopa o il vecchio Link dietro la stazione sono posti leggendari per l’hip hop e il rap in Italia. Era il periodo dove i concerti di rapper americani li potevi vedere solo lì o al massimo al Palladium di Vicenza. Senza parlare del “2 The Beat” che è stato un pò la culla di tutto tutto quello che è venuto a seguire. A Bolo la gente è sempre venuta da tutta Italia e non solo per il rap. È una vocazione storica quella di Bologna, di attrarre energie giovanili che hanno creato tanto storicamente dagli anni 70 in poi. Negli ultimi 10 anni la situazione si è un pò spenta purtroppo.

Qual è la canzone che hai scritto a cui sei più legato?

Sicuramente la cover di “Empire State of Mind” di Jay Z che ho trasformato in “Bolo State of Mind”. Credo che è il tributo migliore che potevo fare alla città che mi ha formato, senza contare che partendo da una maglietta celebrativa del pezzo ho iniziato la mia avventura nel mondo dello streetwear.

Ecco, appunto, Rischio, tu hai anche creato un brand molto importante per la scena hip hop nostrana, cosa ti ha spinto nella direzione del clothing?

Come dicevo è partito tutto dalla cover “Bolo State of Mind” da lì la prima maglietta, poi le collaborazioni con i Club Dogo per “Emme-i 5tate of Mind”, con i Co’ Sang “Napl 5tate of Mind” e con i Colle der Fomento “Roma 5tate of Mind” e da lì ho capito che poteva essere una cosa seria.

Raccontaci la genesi del logo 5tate of Mind? Da quanto lavorate? Qual è lo stile di 5tate?

Abbiamo iniziato circa otto anni fa. Diciamo che il logo si è evoluto ma la cosa che è rimasta sono le mazze da baseball incrociate che rappresentano la strada e lo stile varsity degli sport americani, i nostri primi pezzi sono stati dei bomber e delle giacche “college” oltre che ai completi da basket, le camice da baseball e gli immancabili snapback. Nel tempo lo stile ovviamente si è evoluto e dalla scorsa stagione abbiamo creato la nuova linea Retrofuture di ispirazione tecnico/sportiva con linee pulite e ricerca nell’abbinamento dei tessuti.

Ci racconti il processo creativo dietro 5tate of Mind?

Ho 3 grafici con cui sviluppo idee, Davide Scarapantonio, Luca Giovanardi e Frank Siciliano che sicuramente conoscerete per i suoi dischi, e nelle ultime 2 stagioni si è aggiunto per aiutarci nella direzione stilistica Federico Covarelli, skater/grafico/fotografo proprietario del brand Arcade. Ovviamente ci ispiriamo a quello che ci piace e cerchiamo di reinterpretarlo nello stile 5tate of Mind.

Torniamo alla musica, qual è la canzone che ti ha fatto innamorare dell’hip hop?

In realtà sono stati i graffiti a farmi innamorare dell’hip hop. All’inizio dipingevo… con scarsi risultati. Mi piaceva già il rap ma come vi dicevo era difficile reperire informazioni, poi con le prime fanzine e grazie a DJ Vov, che era il produttore di un gruppo della mia città di inizi ’90, le Menti Criminali, ho iniziato a farmi la mia cultura. Le cassette copiate, poi i vinili dei singoli che avevano le strumentali per rapparci su…

Qual è il pezzo che secondo te rende di più per conoscere Rischio?

Non so, mi mettete in difficoltà. Nei miei dischi ho sempre scritto come se i pezzi fossero capitoli di un libro, leggendone uno è un pò difficile capire la trama. Dell’ultimo EP credo che “Soldi” e “Oltre i limiti” siano i pezzi che più dicono di me.

E se dovessi dirmi 3 top player internazionali e 3 italiani, chi sceglieresti?

Kendrick Lamar, Drake , J Cole; per l’Italia Guè Pequeno, Luchè, Sfera.

Chiudendo con il tuo rap, come presenteresti il tuo singolo “El Paso” e l’ EP “Per Soldi 09/15”?

Beh il singolo poteva chiamarsi insalata russa (ride) visto gli stili totalmente diversi e visto che Clementino, Terron Fabio e Gemitaiz credo difficilmente avrete l’occasione di sentirli ancora insieme in un pezzo. Sono contento perché è venuta una bella posse track compatta e con un mix reggae hip hop che non si sentiva da un po’. L’EP è il primo di due, il secondo si chiamerà “Per Amore 07/17″ . I beat sono quasi tutti prodotti da Davide Ice uno dei produttori e DJ di Izi e mixati da Kique Velasquez. Questo EP ha altri bei featuring come Achille Lauro, Egreen e Er Costa. I pezzi come dice il titolo sono stati scritti tra il 2009 e il 2015 e aldilà del titolo l’EP non parla di soldi ma di tutto quello che c’è intorno. Questi EP anticiperanno il mio ultimo disco.

About Koki

Amo l'hip hop, il vino rosso, disegnare chiese e vincere. Il mio vero nome è Jorge ma nessuno lo sa pronunciare.

Sparati anche questo!

Ernia Simba

Guarda “Simba”, il nuovo video di Ernia

Nuovo video per Ernia. Il rapper milanese è uscito infatti con il video di Simba, …

Lascia un commento

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>