Home / Archivio per il tag: das racist

Archivio per il tag: das racist

I Das Racist si sciolgono (?)

Das Racist

Giornata triste per chi ama il rap e non si prende troppo sul serio. I Das Racist, gruppo hiphop di Brooklyn un po’ indiano, un po’ cubano, erano Himanshu, Kool A.D. e Dapwell. Già, erano, perchè l’altro ieri durante un live solista in Germania, Himanshu ha affermato che avrebbe fatto un pezzo del gruppo ma che i Das Racist non ... Continua a leggere »

Fuori ora il video di “Manny Pacquiao” di Kool A.D.

Kool A.D.

Nuovo singolo e video di Kool A.D. che per chi non lo sapesse è un terzo di quel gruppo fuori di testa dal nome Das Racist. In attesa del loro nuovo disco atteso per il 2013, Himanshu (l’altro emcee della crew) sta per far uscire un mixtape e Kool A.D. non resta certo fermo a guardarlo, sfornando singoli e video ... Continua a leggere »

Il numero uno degli stalker

Numero uno degli stalker

Aspettarsi qualcosa di normale dai Das Racist si sa è come azzeccare un 6 all’enalotto. Le risate e lo stupore sono sempre garantiti e quando un anno fa con il loro album di debutto Relax ci si imbatteva nella traccia “Girl”, una geniale presa per i fondelli delle canzoni d’amore radiofoniche, si capiva che la traccia poteva finire per essere ... Continua a leggere »

“Killing Time” il nuovo brano di Heems dei Das Racist

Heems

I Das Racist hanno deciso di lavorare al prossimo disco dopo Relax che sarà fuori molto probabilmente nella primavera del 2013. Nel frattempo Himanshu aka Heems, ovvero un terzo del gruppo e sicuramente il più talentuoso del gruppo, non si ferma neanche un attimo e dopo aver realizzato pochi mesi fa l’ottimo mixtape Nehru Jackets, è già al lavoro per ... Continua a leggere »

“Nehru Jackets”, nuovo album di Himanshu (Das Racist)

Das_Racist_1

  Esce oggi Nehru Jackets, nuovo disco gratuito di Himanshu, un terzo del gruppo rap Das Racist. L’album è prodotto interamente da Mike Finito ed è un tributo alle strade del Queens (quartiere di New York), viste come simbolo della globalizzazione e figlie dei migranti. La cover del disco, ispirata a dei noti biscotti statunitensi (i Parle G), è ad opera di Aakash ... Continua a leggere »